FOLGORE – JUVENES/DOGANA 2-1 (1-1)
Marcatori: 18’ Sottile, 43’ Baldini, 87’ Fedeli

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Spighi (93’ Francioni), Brolli, Piscaglia, Sottile; Nucci, Arrigoni; Hirsch (46’ Garcia), Golinucci (46’ Aluigi), Dormi (93’ Pilotto); Fedeli.
A disp.: Gueye, Rosini, Giardi.
All.: Omar Lepri

JUVENES/DOGANA (5-3-2):
Manzaroli; Baldazzi, Urbinati (72’ Camillini), Mezzadri, Boldrini (34’ Muccini), Merli; Rossi, Zucchi (46’ Pasquinelli), Baldazzi (80’ Ancora), Giangrandi; Tumidei, Baldini (80’ Michelotti).
A disp.: Guidi, Muccioli.
All.: Manuel Amati

Arbitro: Romanazzi
Assistenti: Gallo – Nuzzo
Quarto ufficiale: Avoni
Ammoniti: Brolli, Bicchiarelli (F); Rossi (J/D).
Angoli 6-1
Recupero: 1’ pt, 5’ st

MONTECCHIO – Eric Fedeli regala alla Folgore i primi tre punti con un gol allo scadere: la Juvenes/Dogana risponde con Matteo Baldini al vantaggio di Fabio Sottile e resta in partita fino alla fine, prima di arrendersi 2-1. Nucci e compagni possono festeggiare la prima vittoria stagionale e andare alla pausa con serenità e fiducia.

LA PARTITA Il derby di Serravalle comincia con il predominio della Folgore, capace di prendere subito le giuste misure e di mettere alle corde la squadra di Amati, spesso in seria difficoltà. L’intesa in fase offensiva è buona e i diversi schemi portano a diversi tiri in porta, rendendo la partita quasi a senso unico. Manzaroli salva i suoi sul tentativo insidioso di Fedeli, ma sul successivo tiro dalla bandierina non può evitare il piattone di Fabio Sottile, letteralmente dimenticato e lasciato libero di andare a rete. Il raddoppio sembra essere la logica conseguenza dell’onda giallorossonera, specie quando le azioni si sviluppano sulla destra. Tuttavia, il gol della sicurezza non arriva e allora la legge non scritta del calcio agisce sul finire della prima frazione. Una rapida ripartenza della Juvenes porta al primo tiro nello specchio di Baldini, che sfrutta l’unica palla giocabile per mescolare le carte. La ripresa, infatti, non regala tante emozioni ad eccezione delle punizioni di Mezzadri e Baldini e il grande intervento di Manzaroli su Spighi. L’undici di Amati sembra credere di più nella vittoria, ma commette l’errore di farsi trovare impreparata sull’assist di Dormi per Fedeli, perché la difesa non riesce a rientrare in tempo e l’ex Murata, partito in posizione regolare, firma il primo gol in campionato, che vale i tre punti.