S.S. Folgore Calcio

La Juvenes/Dogana ha vinto il terzo torneo AC&D Solutions

S.S. Folgore Calcio > News > La Juvenes/Dogana ha vinto il terzo torneo AC&D Solutions

La Juvenes/Dogana ha vinto il terzo torneo AC&D Solutions

DOGANA – La Juvenes/Dogana ha vinto la terza edizione del torneo di calcio giovanile organizzato da AC&D Solutions che si è svolto oggi pomeriggio sul campo di Dogana. Sul sintetico dell’Ezio Conti, per l’occasione diviso in due campi, si sono ritrovati i giovani calciatori di Folgore, Serenissima, Gerardiana Monza e, appunto, Juvenes/Dogana, che hanno dato vita a sei partite avvincenti e giocate all’insegna della correttezza nei confronti dell’avversario e del divertimento.

Il presidente della Folgore Renato Capellini è molto soddisfatto di questa iniziativa: “Si è svolto per il terzo anno consecutivo il torneo giovanile AC&D Solutions, è stata una giornata splendida in termini di partecipazione sia dei genitori che ovviamente dei bambini. Quest’anno, a differenza degli anni scorsi, hanno partecipato tre squadre sammarinesi oltre alla Gerardiana di Monza, che arriva qua tramite il nostro sponsor. Colgo l’occasione per ringraziare AC&D Solutions ancora una volta per la sua vicinanza alla società e al calcio in generale”.

Il torneo ha entusiasmato anche i tecnici delle squadre partecipanti. Giuliano Colombini della Serenissima si esprime così: “Sono iniziative da fare sempre con i ragazzini. Le partite sono state molto tirate, le tre squadre di San Marino si conoscevano già tra di loro e quella che è venuta da fuori è una bella squadra. Queste opportunità è bene averle sempre con questi ragazzi perché per loro è stata una giornata bellissima”.

Alessandro Bizzocchi, responsabile del settore della Juvenes/Dogana, al di là del successo della sua squadra, è soddisfatto: “Un’iniziativa simpatica, che ha visto coinvolti una sessantina di bimbi. Molti di questi si conoscevano già perché si sono affrontati tante volte e poi ha fatto piacere incontrare una squadra nuova di Monza. Mi è sembrato di vedere delle partite sostanzialmente corrette, si sono arbitrati tra di loro, non ci sono stati episodi né da parte dei giocatori né da parte del pubblico e questo è importante. Il risultato è molto relativo, nel senso che può capitare a livello giovanile che la squadra che vince una volta poi perde, perché questi ragazzi sono in evoluzione, dipende dalla giornata. Ben vengano queste iniziative dove ci si può incontrare e far fare esperienza a questi giovani”.

L’unica formazione proveniente da fuori è stata la Gerardiana di Monza, invitata dagli organizzatori del torneo. Anche in questo caso il bilancio della trasferta è sicuramente positivo. Secondo Luca Fossati è stato “un bel pomeriggio di convivenza tra tutti i ragazzi, tutti insieme, si è visto del bel calcio, dei bei gruppi. Si è battagliato per vincere ed è stato bello. A questa età la cosa importante è che si viene a giocare a calcio per divertirsi e non per vincere, quello poi verrà per chi vorrà. I miei ragazzi si sono divertiti, spero anche gli altri”. Anche il collega Matteo Pedrali è dello stesso avviso: “Noi li educhiamo prima di tutto a rispettare l’avversario e poi sicuramente insegniamo anche qualcosa di calcio e cerchiamo di far vedere qualcosa di positivo e, come diceva anche il mister, cercare di vincere e dare sempre il massimo”.