S.S. Folgore Calcio

Gabriele Muratori si dimette

S.S. Folgore Calcio > News > Gabriele Muratori si dimette

Gabriele Muratori si dimette

Gabriele Muratori non è più il Direttore Sportivo della Folgore. L’annuncio a sorpresa arriva ventiquattro ore dopo la pubblicazione del Comunicato Ufficiale n.11 del 15/10/18, il quale, tra le altre sentenze, “irroga la sanzione complessiva di anni 3 e mesi 6 di inibizione ed € 2.500,00 di ammenda a carico del tesserato signor Muratori Gabriele, […] di cui anni 3 di inibizione ed € 2.000,00 di ammenda per la violazione dell’art. 6, comma 1°, e mesi 6 di inibizione ed € 500,00 di ammenda per la violazione dell’art. 5, comma 1°”.
La risposta del diretto interessato è uno sfogo sul proprio profilo Facebook, mediante il quale annuncia la propria intenzione di lasciare il proprio ruolo all’interno della Folgore, non senza l’amarezza per la dura sentenza nei suoi confronti: “Vengo condannato in primo grado per un fatto che non mi sarei mai aspettato con una pena che non può appartenermi. Mi sono difeso tramite i miei avvocati ed abbiamo a nostro vedere smontato la tesi d’accusa, ma evidentemente non è stato sufficiente. Purtroppo il processo sportivo è basato su prove indiziarie, e per questo motivo basta veramente poco per essere condannati. Un processo basato solo sulle dichiarazioni di altri tesserati, per altro confuse e discordanti fra loro. Prendo atto e continuerò a lottare per difendere i miei diritti e perché giustizia sia fatta. […] Sono stati 6 anni intensi, di sacrifici, di amore e di passione, spesso sottratti alla mia famiglia e al mio tempo libero, ma è stato tutto fatto in funzione di tutte le persone che in questi anni ho avuto la fortuna di conoscere, di apprezzare,condividendo gioie e dolori che solo questo bellissimo sport riesce a darti. 3 titoli, 5 finali, 5 volte in Europa consecutivamente, 1 passaggio del turno svanito all’ultimo secondo, rimarranno per me ricordi indelebili e di vanto inestimabile. Ringrazio tutti, dal primo all’ultimo, per avermi dato fiducia e per avermi seguito in questo progetto importante per la crescita della nostra società”.
La dirigenza, lo staff tecnico e i giocatori si stringono attorno a Muratori in questo momento difficile e delicato, convinti che la realtà dei fatti possa essere chiarita e che giustizia venga fatta.