S.S. Folgore Calcio

Risultati

S.S. Folgore Calcio > Risultati

12’ g campionato futsal, Tre Fiori 3 – 5 Folgore

TRE FIORI –  FOLGORE 3-5 (0-4)
Marcatori: 10’ pt Zanchi, 11’ pt, 27’ pt Bernardi, 22’ pt Contato, 2’ st Santi, 6’ st Sammarini, 11’ st Simoncini, 26’ st Giorgini

TRE FIORI: M. Pelliccioni, Santi, Simoncini, Michelotti, Sammarini.
A disp.: Macina, Longoni, M. Gennari, Manzaroli, Agostini, Casadei, Burgagni, Rossini.
All.: Massimiliano Spada

FOLGORE: Ottaviani, Mainardi, Zanchi, Bernardi, A. Gennari.
A disp.: Conti, Tassitano, Contato, A. Pelliccioni, Giorgini, Allasia.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Delvecchio
Assistente: Tura
Espulso: 19’ st Simoncini per proteste

FIORENTINO – La Folgore festeggia il Natale come meglio non poteva: nell’ultima gara del 2018 arriva un altro meritato successo contro il Tre Fiori per 5-3. La decima vittoria stagionale si decide grazie ad un ottimo primo tempo e al gol di Giorgini che nel finale blocca il tentativo di rimonta dei gialloblù.

Il vantaggio giunge in maniera rocambolesca, perché Bernardi riesce a tenere in campo il pallone e a cercare la porta dalla linea di fondo, Pelliccioni non trattiene il pallone e allora ne approfitta Alberto Zanchi per superare agevolmente il portiere con una finta. Alla ripresa del gioco i giallorossoneri recuperano subito il pallone, Massimiliano Bernardi scatta sulla sinistra e con un diagonale preciso trova il varco tra il primo palo e l’estremo difensore. Una ripartenza fulminea innesca il tris: Bernardi allarga sulla destra in direzione di Giorgini, che vede libero Contato, palla al numero 7 e facile gol a porta vuota.

Lo stesso Bernardi insiste e da posizione defilata lascia partire la conclusione vincente che manda le squadre al riposo sul 4-0. Sembra tutto semplice ma non è così: l’inizio ripresa è traumatico e il Tre Fiori comincia la rimonta. In poco più di dieci minuti Santi, Sammarini e Simoncini rimettono in discussione il risultato. Mainardi, Zanchi e Bernardi falliscono delle buona occasioni, ma anche la squadra di Fiorentino va vicina al gol con il palo colpito da Michael Simoncini, espulso in seguito per proteste.

La Folgore non approfitta dell’uomo in più e anzi rischia qualcosa. Ci pensa allora Nicola Giorgini con un preciso pallonetto a chiudere i conti e rendere vano il tentativo di rimonta. Termina 5-3, un risultato che farà passare la feste alla Folgore con il sorriso sulle labbra.

3’ g seconda fase campionato, Pennarossa 3 – 1 Folgore

PENNAROSSA – FOLGORE 3-1 (2-1)
Marcatori: 10’ pt, 31’ pt Halilaj, 15’ Basile, 50’ st Raffelli

PENNAROSSA (4-3-3):
Ugolini; Baldani Raffelli, Fratta, Boschi (23’ st Mariotti); Podeschi, Sebastiani, Conti; Halilaj, Bahiano, Capozzi (16’ st Pignani).
A disp.: Giuliani, Giannoni, Alvarez, Aissaoui.
All.: Denis Guerra

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Brolli, Bossa, Sabbadini (14’ st Venerucci); Sacco, Nucci; Della Valle (30’ st Casadei), Domeniconi, Basile (45’ st Perrino); Badalassi.
A disp.: Raschi, Bernardi.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Zani
Assistenti: Morisco – Nuzzo
Quarto ufficiale: Tura
Nota: Al 28′ pt Tura ha sostituito Zani nella direzione della gara
Ammoniti: Sebastiani, Conti (P); Badalassi, Bossa, Casadei (F).
Angoli: 1-7
Recupero: 6’ pt, 5’ st

ACQUAVIVA – È un momento difficile quello che sta attraversando la Folgore: contro il Pennarossa arriva un ko doloroso quanto inatteso, che prolunga il periodo negativo dopo l’andata dei quarti di Coppa Titano vinta 2-0 dal Cosmos. Alla formazione di Falciano non basta il momentaneo pareggio di Paolo Basile e una ripresa votata all’attacco per raggiungere almeno il pari, i biancorossi colpiscono duro nel finale e in pieno recupero chiudono 3-1.

RIALZARSI Orfani di Bezzi – operatosi al naso dopo l’infortunio della scorsa settimana -, Nucci e compagni scendono in campo intenzionati a rimuovere dalla memoria la gara non esaltante di martedì scorso. Il Pennarossa, ancora fermo a quota 0 nella seconda fase, sembra costituire un avversario adeguato per riuscire a tornare in carreggiata. Il netto 3-0 della prima fase, risalente ad appena un mese fa, tuttavia racconta un’altra storia, perché i biancorossi partono decisi e sorprendono gli avversari. Francesko Halilaj si vede respinto il suo tiro forse con un braccio, Zani non interviene, la palla torna nella disponibilità di Halilaj che con il secondo tentativo batte Bicchiarelli. La risposta, repentina, porta alla parabola vincente di Paolo Basile dalla tre quarti e il pareggio è ristabilito dopo appena cinque minuti.

ARBITRO KO A metà primo tempo il direttore di gara accusa un problema ed è costretto a lasciare la direzione di gara al quarto ufficiale Tura. Il gioco riprende dopo sei minuti di interruzione per permettere al sostituto di effettuare il riscaldamento. Alla ripresa è ancora Halilaj a focalizzare su di sé l’attenzione con un sinistro ad effetto che inganna Bicchiarelli, colpisce il palo e poi si insacca: di nuovo tutto da rifare. Badalassi segna ma dopo essere stato giudicato in fuorigioco. L’ex Tre Fiori, Basile e Nucci spingono l’arrembaggio dei giallorossoneri per tutto il secondo tempo mentre il Pennarossa pensa solo a difendersi. I minuti scorrono inesorabili e durante l’ultimo tentativo la squadra di Guerra recupera palla, Halilaj mette in mezzo dove Bahiano, tutto solo, scrive una sentenza troppo pesante per la Folgore.

RIMPIANTI Il pareggio si poteva raggiungere ed era in una certa misura meritato, visti gli sforzi profusi per ottenerlo. La poca concretezza però deve far suonare un campanello d’allarme, visto che domenica 16 nel ritorno dei quarti di Coppa con il Cosmos sarà necessario ribaltare lo 0-2 dell’andata.

Andata quarti Coppa Titano, Cosmos 2 – 0 Folgore

COSMOS – FOLGORE 2-0 (0-0)
Marcatori: 33’ st Dormi, 47’ st Zonzini

COSMOS (4-3-3):
Gregori; Colonna, Grossi, Grassi, Baschetti; Giovagnoli, Cervellini, Zonzini; Neri (17’ st Bianchi), Dormi, Canini.
A disp.: Giulianelli, Guerra, Molinari, Zaghini, Bonfigli, Rosti.
All.: Giancarlo Carnevali

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Bossa, Nucci, Sabbadini (13’ st Brolli); Domeniconi, Sacco; Badalassi, Basile, Della Valle; Innocenti (20’ st Berardi).
A disp.: Raschi, Bernardi, Casadei, Perrino, Venerucci.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Ceccarelli
Assistenti: Guidi – Ilie
Ammoniti: Baschetti, Zonzini, Grossi (C); Sacco (F).
Angoli: 5-6
Recupero: 0’ pt, 3’ st

DOMAGNANO – Si arresta improvvisamente la marcia della Folgore nell’andata dei quarti di finale di Coppa Titano: il Cosmos fa la sorpresa e con le reti di Dormi e Zonzini si aggiudica i primi 90 minuti 2-0. Ora il cammino verso la semifinale si fa più complicato, perché nel ritorno di domenica 16 dicembre Nucci e compagni dovranno vincere con almeno tre gol di scarto per passare il turno oppure con due per allungare la sfida ai supplementari.

ATTO PRIMO Il derby di Serravalle comincia con il brivido: Francesco Bossa sbaglia il disimpegno, Neri ne approfitta, supera Bicchiarelli ma poi di testa manda a lato. Nonostante il freddo il ritmo è gradevole, Basile e Badalassi si fanno strada per sbloccare il parziale di partenza ma è Bossa ad andare più vicino al gol sul corner di Basile. Poco prima dell’intervallo anche l’ex Tre Fiori costruisce una buona occasione, riuscendo a tirare da dentro l’area, senza però impensierire Gregori. Il ritmo nella ripresa cala, così come le palle gol. Bicchiarelli si salva sul tentativo di Canini, mentre i gialloverdi rischiano sul cross di Sartori per poi allontanare un pallone vagante in area. 

SERATA AMARA Non accade più nulla fino ad un quarto d’ora dal termine, quando l’ex Lorenzo Dormi prende palla sulla tre quarti, incrocia sul secondo palo e non lascia scampo a Bicchiarelli. Il gol subito ha la forza di svegliare la Folgore ma la doccia fredda deve ancora venire: in pieno recupero Kevin Zonzini controlla due volte il pallone all’interno dell’area prima di battere a rete. La sconfitta con due gol di scarto  è ovviamente più difficile da recuperare e nei restanti secondi da giocare la squadra di Falciano spinge per limitare i danni. Francesco Bossa ha la grande chance di segnare sul cross di Sartori, la precisione però è da rivedere e così la Folgore chiude mestamente con uno 0-2. Il ritorno tra 12 giorni sarà difficile, però non è ancora stata scritta la parola fine: tutto è ancora possibile.

11′ g campionato futsal, Folgore 5 – 2 Murata

FOLGORE – MURATA 5-2 (0-0)
Marcatori: 2′ st, 27′ st Zanchi, 3′ st Bernardi, 5′ st Mattioli (M), 16′ st, 18′ st Giorgini, 17′ st Bianchi (M)

FOLGORE: Ottaviani, Semprini, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Gennari, Bernardi, Giorgini, Zanchi.
All.: Fabio Traviglia

MURATA: An. Casadei, Paccagnella, Bucci, Al. Casadei, Mauri, Bianchi, Paoletti, Mattioli, Albani, Felici, R. Casadei.
All.: Gianni Galli

Arbitro: Piccoli
Assistente: Notarpietro
Ammoniti: Paoletti, Albani (M).

DOGANA – Prosegue spedita la marcia della Folgore, che va incontro alla sesta vittoria stagionale, la nona su dieci partite disputate. La quarta giornata della fase ad intergirone termina con un’importante 5-2 sul Murata, risultato che conferma saldamente la squadra di Traviglia al secondo posto nel girone A. Si decide tutto nella ripresa: subito dopo l’intervallo Alberto Zanchi e Massimiliano Bernardi regalano il doppio vantaggio alla formazione di Falciano poi Alex Mattioli dimezza immediatamente lo svantaggio dei bianconeri. A metà secondo tempo la doppietta di Nicola Giorgini, inframmezzata dalla marcatura di Manuel Bianchi, riporta il doppio vantaggio e infine Alberto Zanchi nei minuti conclusivi esclude definitivamente una rimonta avversaria fissando il punteggio sul 5-2.
Lunedì prossimo alle 20:15 a Fiorentino la Folgore chiuderà il 2018 contro il Tre Fiori, ultimo ed importante impegno per testare ulteriormente le potenzialità di una squadra che non si può più considerare una sorpresa.

11’ giornata Partita Risultato Campo
3/12/18 20:15 Faetano – San Giovanni 0-2 Fiorentino
3/12/18 20:15 Juvenes/Dogana – Fiorentino 0-3 Dogana
3/12/18 20:15 Libertas – Tre Penne 2-8 Domagnano
3/12/18 21:45 Folgore – Murata 5-2 Dogana
3/12/18 21:45 La Fiorita – Cosmos 7-1 Fiorentino
3/12/18 21:45 Virtus – Domagnano 3-3 Domagnano
4/12/18 21:00 Pennarossa – Tre Fiori Fiorentino

 

Girone A Punti PG GF GS
Fiorentino 30 10 55 13
Folgore 27 10 50 18
Tre Penne 20 10 47 16
Pennarossa 16 9 32 17
Domagnano 15 10 28 26
La Fiorita 9 10 23 27
San Giovanni 6 10 10 66

 

Girone B Punti PG GF GS
Juvenes/Dogana 21 10 44 16
Tre Fiori 18 9 36 18
Murata 18 10 34 20
Virtus 14 10 32 22
Cosmos 6 10 19 52
Libertas 3 10 19 64
Faetano 0 10 6 57

 

 

10′ g campionato futsal, Juvenes/Dogana 3 – 5 Folgore

JUVENES/DOGANA – FOLGORE 3-5 (1-0)
Marcatori: 5′ pt Borasco, 3′ st Gabrielli, 7′ st, 15′ st, 17′ st, 25′ st Bernardi, 13′ st Zonzini, 26′ st Giorgini

JUVENES/DOGANA: Cecchetti, Lepri, Bagnasco, Borasco, Gabrielli, Zafferani, Guidi, Frisoni, A. Muccioli, F. Muccioli, Zonzini.
All.: Matteo Venerucci

FOLGORE: Ottaviani, Semprini, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Gennari, Bernardi, Giorgini, Zanchi.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Delvecchio
Assistente: Ercolani
Ammoniti: Guidi, Gabrielli, Zonzini (J/D); Gennari, Giorgini, Mainardi (F).

DOGANA – Non conosce ostacoli la Folgore targata Traviglia, capace di rimontare la Juvenes/Dogana e di infliggere la seconda sconfitta stagionale alla capolista del gruppo B. La gara è molto importante perché mette a confronto due squadre che puntano ai playoff e l’inizio è decisamente migliore per il club di Dogana. Che passa immediatamente in vantaggio con Borasco e raddoppia in avvio di ripresa con Gabrielli. Massimiliano Bernardi sale in cattedra e dimostra che nei momenti di difficoltà lui c’è: in poco meno di venti minuti segna addirittura quattro volte e vanifica gli sforzi degli avversari, che si erano portati sul 3-1 con Zonzini. Nicola Giorgini completa l’opera e fissa il 5-3 finale con il quale la Folgore si conferma saldamente al secondo posto del girone A.

2′ g seconda fase campionato, Folgore 3 – 2 Libertas

Folgore- Libertas 3-2 (0-0)
Marcatori: 1’ st Basile, 7’ st Paganelli, 27’ st, 34’ st Badalassi, 36’ st Lualdi

Folgore (4-3-2-1):
Bicchiarelli; Sartori, Nucci, Bossa, Sabbadini; Bezzi, Domeniconi, Perrino (42’ st Bernardi); Basile, Della Valle (19’ st Innocenti); Badalassi.
A disp.: Raschi, Brolli, Casadei, Venerucci.
All.: Lasagni

Libertas (4-4-2):
Zavoli; Battistini, Simoncini, Pesaresi, Celli (37’ st Ordonselli); Lualdi, Gaiani (17’ st Semeraro), Golinucci, Battistini; Paganelli, Morelli.
A disp.: De Rosa, Mariotti, Stacchini.
All.: Metalli

Arbitro: De Girolamo
Assistenti: Lunardon – De Girolamo
Ammoniti: Perrino (F); Morelli, Semeraro (L).
Espulso: Morelli al 28′ st per doppia ammonizione
Angoli: 3-2
Recupero: 0′ pt, 3′ st

MONTECCHIO – Pronto riscatto per la Folgore, all’indomani della sconfitta contro la Fiorita che aveva lasciato l’amaro in bocca per quanto di buono era stato mostrato nei primi 45’: i ragazzi di Lasagni rialzano la testa e dimenticano il ko contro i gialloblù superando la Libertas 3-2, al termine di un secondo tempo pazzesco.

AVVERSARIO OSTICO La Folgore vuole tornare a fare risultato e a gustare la gioia dei tre punti, ma il calendario pone i giallo rossoneri di fronte ad una squadra – quella granata – mai facile da affrontare e per tradizione solitamente ben compatta in difesa. Fiorenzo Metalli schiera i suoi con il 4-4-2: Paganelli e Morelli sono i terminali offensivi, poco attivi nel primo tempo.

45 MINUTI SENZA EMOZIONI Il primo tempo fila via senza grosse occasioni da rete da una parte e dall’altra, anche se è la Folgore a lasciarsi preferire grazie a Badalassi che cerca di ripetere l’ottima prestazione con gol nella sfida contro la Fiorita, ma al 16’ la sua conclusione, la più pericolosa fino al duplice fischio, termina fuori.

GOL INIMMAGINABILE, POI IL PAREGGIO La Folgore passa in vantaggio nella ripresa e lo fa nel modo più imprevedibile possibile: dopo quattro secondi dal fischio del direttore di gara, direttamente da centrocampo, Basile sorprende Zavoli siglando un gol da urlo. Ma la Libertas risponde subito presente: Paganelli riceve un pallone invitante in un’area affollata di giocatori ed è libero di gonfiare la rete.

BIS BADALASSI Dopo il grandissimo gol a giro contro i gialloblù di Montegiardino, il numero 9 realizza una doppietta importantissima e di pregevole fattura. Straordinario soprattutto il primo dei due gol: dopo una ripartenza da centrocampo, l’attaccante dalla trequarti si accentra ed esplode una conclusione a giro imparabile per Zavoli. Passano pochi minuti e Badalassi firma la doppietta con un rasoterra altrettanto bello: 3-1.

LUALDI RIAPRE Nonostante l’espulsione di Morelli (doppia ammonizione tra 1’ e 28’ del secondo tempo) Lualdi riapre la sfida con il gol del 3-2 a pochi minuti dalla fine e dà un senso diverso al finale, ma i giallorossoneri non rischiano nulla. Bravo anche Badalassi a tenere bene il pallone a centrocampo, a protezione del vantaggio. E così arriva una vittoria preziosa e sofferta, ma meritata e frutto di una grande prestazione dell’attaccante numero 9. Unica nota negativa: Bezzi esce per un colpo al naso e lascia il posto a Bernardi. Ma al triplice fischio è festa.

E ORA LA COPPA Il calendario ora prevede impegni ravvicinati, pertanto sarà importante utilizzare al meglio le energie prima della pausa natalizia. Nucci e compagni saranno impegnati già martedì 4 dicembre, con fischio di inizio alle ore 20:45 a Domagnano, per disputare l’andata dei quarti di finale di Coppa Titano contro il Cosmos (ritorno il 16 dicembre, sempre a Domagnano). Tra i due impegni vi sarà l’ultima giornata di campionato del 2018 che metterà di fronte sabato 8 dicembre, ad Acquaviva, Folgore e Pennarossa.

1′ g seconda fase campionato, Folgore 1 – 2 La Fiorita

FOLGORE – LA FIORITA 1-2 (1-1)
Marcatori: 7’ pt Badalassi, 19’ pt Chiurato, 27’ st Rinaldi

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Sacco, Bossa, Nucci; Bezzi, Domeniconi; Della Valle (30’ st Sabbadini), Basile, Bernardi; Badalassi.
A disp.: Raschi, Brolli, Casadei, Perrino, Venerucci.
All.: Oscar Lasagni

LA FIORITA (4-4-2):
Vivan; Gasperoni, Olivi, Mezzadri, Chiurato (22’ st Amati); Di Maio, Loiodice (29’ st Michelotti), Righini, Hirsch; Rinaldi, Ricchiuti (36’ st Mottola).
A disp.: Stimac, Cavalli, Guidi, Zanotti.
All.: Luciano Mularoni

Arbitro: Agius
Assistenti: Zammit – Stankovic
Quarto ufficiale: Johnson
Ammoniti: Bernardi, Sacco, Sabbadini, Bossa (F); Loiodice, Mezzadri (LF).
Angoli: 1-5
Recupero: 2’ pt, 4’ st

MONTECCHIO – Pomeriggio amarissimo per la Folgore: la squadra di Falciano gioca molto bene nel primo tempo, passa in vantaggio per prima, ma si fa raggiungere dagli avversari della Fiorita che si aggiudicano l’intera posta in palio e lasciano Nucci e compagni a quota 0 punti dopo la prima giornata della seconda fase.

SEI MESI DOPO Fiorita e Folgore si sfidano a distanza di sei mesi dalla finalissima del campionato sammarinese 2017-2018, quando proprio a Montecchio, il 23 maggio i gialloblù ebbero la meglio lasciando grande rammarico nei ragazzi di Lasagni. La prima fase del campionato ha dimostrato che entrambe le squadre viaggiano spedite e non sono intenzionate a fare sconti all’avversario: ne sono una conferma i 16 punti all’attivo che hanno consentito a Rinaldi e compagni di chiudere primi nel proprio girone, mentre ai giallorossoneri di terminare secondi nel gruppo A.

BADALASSI, TIRO A GIRO PERFETTO Folgore – Fiorita si preannuncia una sfida difficile da sbloccare e legata agli episodi, questo ad esempio era successo nell’ultimo atto dello scorso campionato. In tali partite conta la lucidità sotto porta, ma sono determinanti soprattutto la qualità dei singoli e le iniziative personali. Ed è proprio da una conclusione personale di pregevole fattura che si sblocca la partita al 7′: Imre Badalassi si porta al limite dell’area di rigore e da tale posizione si inventa un bellissimo tiro a giro sul secondo palo che beffa l’incolpevole Vivan. Chi credeva in una differenza, seppur minima, di valore tra le due formazioni si deve ricredere, almeno nel primo tempo: infatti la Folgore è padrona del campo e sa gestire bene la partita che, oltretutto, si è sbloccata a suo favore. Tutto questo sino al 19′ minuto, quando un’ingenuità difensiva di Bossa apre le porte all’incursione fulminea di Chiurato che a porta pressoché sguarnita deve soltanto depositare in rete e firmare il pareggio: 1-1.

DIFFICOLTA’ IN FASE OFFENSIVA La buona Folgore del primo tempo si differenzia da quella della ripresa, timida e poco pungente in avanti. Nemmeno la Fiorita, d’altro canto, crea ghiotte occasioni da rete, eccezion fatta per la traversa scheggiata da capitan Rinaldi dall’interno dell’area di rigore. L’1-1 con cui ci si avvicina all’ultimo quarto d’ora evidenzia un equilibrio difficile da spezzare. Eppure al 27′ Rinaldi trova la forza e il modo per guadagnare l’ingresso nelle zone pericolose della trequarti giallorossonera e da quella posizione non perdona: il suo rasoterra supera Bicchiarelli (1-2).

FORCING FINALE Lasagni opera soltanto una delle tre sostituzioni a sua disposizione mandando in campo Andrea Sabbadini al posto di Della Valle. Nei 4 minuti di recupero tanta confusione a centrocampo, ma poca sostanza. Nucci e compagni guadagnano il primo corner al 94′, ma è troppo tardi per segnare, anche perché il cross è basso e non premia il movimento dei giocatori della Folgore nell’area gialloblù, Bicchiarelli compreso. Al fischio finale del maltese Darryl Agius è 2-1 per la Fiorita, ma la mente è già rivolta a sabato 1 dicembre quando a Montecchio arriverà la Libertas.

9′ g campionato futsal, Faetano 1 – 7 Folgore

FAETANO – FOLGORE 1-7 (1-5)
Marcatori: 1′ pt, 30′ pt Bernardi, 4′ pt, 24′ pt Giorgini, 21′ pt Contato, 27′ pt Maddalena (FA),  4′ st, 9′ st Gennari

FAETANO: Bizzocchi, Fellini, Mancini, Guidi, Bartolini, Mi. Moroni, Ma. Moroni, Esposito, Serafini, Gasperoni, Zanotti, Maddalena.
All.: Davide Gualtieri

FOLGORE: Ottaviani, Semprini, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Gennari, Bernardi, Giorgini, Zanchi.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Ercolani
Assistente: Notarpietro
Ammoniti: Mi. Moroni, Bizzocchi, Bartolini (FA); Giorgini, Ottaviani (FO)

DOGANA – La Folgore vince e ormai non è più una notizia. Contro il Faetano la squadra di Fabio Traviglia conquista la quarta vittoria consecutiva con un netto 7-1 che lascia ben poco spazio alle interpretazioni. Dopo appena un minuto Massimiliano Bernardi sblocca il risultato, Nicola Giorgini lo imita appena più tardi e i gialloblù dopo appena quattro minuti devono già recuperare due reti di svantaggio. Andrea Contato e ancora Giorgini allungano ulteriormente e solo a questo punto gli avversari trovano con Maddalena l’occasione per centrare la porta di Mirko Ottaviani. È la serata giusta per le doppiette, perché anche Bernardi segna per la seconda volta, imitato a sua volta da Alessandro Gennari, che ad inizio ripresa allunga il punteggio fino al 7-1 finale. La vittoria, seppur sulla carta non difficile, ha comunque dimostrato la concretezza della formazione di Falciano, che ora attende un impegno più delicato contro la Juvenes/Dogana, superata questa sera a sorpresa dal Pennarossa 3-1.

8′ g campionato, Folgore 9 – 0 Libertas

FOLGORE – LIBERTAS 9-0 (3-0)
Marcatori: 5′ pt, 8′ st Mainardi, 21′ pt, 28′ pt, 20′ st Giorgini, 3′ st Gennari, 21′ st, 25′ st, 29′ st Bernardi

FOLGORE: Ottaviani, Semprini, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Zanchi, Gennari, Bernardi, Giogini.
All.: Fabio Traviglia

LIBERTAS: Balducci, Camilloni, Romagnoli, Toccaceli, Rossi, Francini, Bacciocchi, D’Agostino, Nicolini, Giovagnoli.
All.: Stefano Biordi

Arbitro: Ilie
Assistente: Tura
Ammonito: Balducci (L)

DOMAGNANO – Comincia come meglio non poteva l’intergirone della Folgore, che travolge 9-0 la malcapitata Libertas e resta ancorata al secondo posto nel girone A. La differenza dei valori che si poteva supporre doveva essere tradotta nei fatti e questa era l’insidia forse più sottile e da non sottovalutare. Fabio Traviglia però motiva la sua squadra al meglio e i frutti si vedono già a fine primo tempo, con i tre gol di vantaggio che mettono una seria ipoteca sulla vittoria. I secondi 30 minuti vedono la formazione di Borgo Maggiore uscire definitivamente dalla partita, la Folgore segna a ripetizione e chiude con la propria vittoria più larga della stagione. Da incorniciare le prestazioni di Nicola Giorgini e Massimiliano Bernardi per le triplette realizzate, alle quali va sommata la doppietta di Giacomo Mainardi e la rete di Alessandro Gennari. In attesa del posticipo tra Virtus e Tre Penne, la squadra di Falciano vanta otto punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici, Tre Penne e Pennarossa

7’ g campionato 2018/19, Virtus 1 – 3 Folgore

VIRTUS – FOLGORE 1-3 (0-1)

Marcatori: 13’ pt, 5’ st Bernardi, 28’ st Badalassi, 38’ st Ura

VIRTUS (3-5-2):

Lelli; A. Righi, Gavagnin (11’ st P. Casadei), Astolfi; Bonfè (27’ st Pazzaglia), Colonna, Bettini (18’ pt Pala), Ura, Gega; Skender, Raffelli.

A disp.: Giardi, L. Righi.

All.:Floriano Sperindio

FOLGORE (3-4-3):

Raschi; Nucci, Bezzi (36’ pt Sartori), Sacco; Perrino, Domeniconi, M. Casadei, Sabbadini; Bernardi (16’ st Basile), Innocenti (40’ pt Badalassi), Della Valle.

A disp.: Bicchiarelli, Bossa, Gravina, Venerucci.

All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Zani

Assistenti: Bianchini – Depaoli

Ammonito: M. Casadei (F).

DOMAGNANO – La prima fase di campionato si chiude con una vittoria per 3-1 sulla Virtus fanalino di coda. La Folgore sale così a 16 punti, frutto di cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta e manda in archivio la parte iniziale con un ottimo secondo posto. 

TURNOVER Raggiunti nel giro di tre giorni i due obiettivi minimi sia in campionato che in Coppa, mister Lasagni può permettersi di far rifiatare i titolari e tenere a riposo gli acciaccati. Contro la squadra di Acquaviva, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale ed eliminata in Coppa dal Cailungo, chi ha trovato finora meno spazio sfrutta il momento per dimostrare il proprio valore e così la partita si mette subito bene. Marco Bernardi impiega 13 minuti per lasciare il segno e colpire la Virtus con un bel tiro nel sette su assist di William Innocenti. Lo stesso Innocenti segna il possibile raddoppio, che però viene annullato da Zani per fuorigioco, e poi è costretto a lasciare il campo al termine di una bella azione che lo vede calciare a lato. Bernardi è in giornata: in avvio di ripresa calcia al volo il cross di Sabbadini e sigla la doppietta incrociando sul secondo palo. Il terzo gol, che chiude la partita, giunge dopo alcuni tentativi neroverdi di recuperare terreno e porta la firma di Badalassi, che sceglie bene il tempo sul lancio di Basile, supera Lelli e deposita in rete. Nel finale Ura trova il gol della bandiera e rende un po’ meno amara la sconfitta dei suoi, i quali comunque devono ancora trovare le giuste misure per essere competitivi.

TRE PENNE FUORI Alla vigilia delle gare odierne Tre Fiori, Folgore e Pennarossa erano certe di un posto in Q1, mentre restava da assegnare il quarto posto ad una tra Murata, Juvenes/Dogana  e Tre Penne. Non basta ai biancazzurri il 5-0 sul San Giovanni per recuperare punti e posizioni, dal momento che le vittorie di Murata e Juvenes lasciano la classifica immutata e così a fare notizia è il flop della squadra di Città. Discorso simile per il girone B impegnato domani, nel quale Libertas, Cailungo e Cosmos si giocano l’ultima posizione utile dietro a La Fiorita, Fiorentino e Domagnano.