S.S. Folgore Calcio

Risultati

S.S. Folgore Calcio > Risultati

16’ g campionato, Tre Fiori – Folgore 0-0

TRE FIORI – FOLGORE 0-0

TRE FIORI (4-4-2):
Gentilini; Rossi, Galassi, Ghetti, Andreini (40’ st S. Matteoni); Della Valle (8’ st Vendemini), Gasperoni, Pasolini, F. Matteoni (44’ st Marconi); Teodorani, De Angelis.
A disp.: Ceccoli, Benedettini, Semprini, Indelicato.
All.: Cecchetti

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Arrigoni, Muccini, Berardi; Nucci (28’ st Sacco), Bezzi (26’ st Lago); Bernardi, Domeniconi (39’ st Brolli), Savioli; Angelini.
A disp.: N. Tamagnini, Aluigi, Genestreti, Venerucci.
All.: Lasagni

Read More

1’ g Futsal Cup, Folgore 2 – 4 Pennarossa

FOLGORE – PENNAROSSA 2-4 (1-4)
Marcatori: 4’ pt rig. Casadei, 8’ pt Cappelli, 11’ pt Poggiali, 27’ pt F. Macina, 31’ pt Gennari, 22’ st Semprini

FOLGORE: Ottaviani, Semprini, Gennari, N. Conti, Pelliccioni.
A disp.: Allasia, R. Conti, Mainardi, Celli, Iavtushenko.
All.: Zafferani (assente)

PENNAROSSA: Brighi, F. Macina, Rastelli, Casadei, A. Macina.
A disp.: Mancini, Mariotti, Pucci, Selva, Cappelli, Tomassoni, Poggiali.
All.: Selva

Arbitro: Calapai
Assistente: Clementi
Ammoniti: Semprini (F); Rastelli (P).

FIORENTINO – Stecca la prima la Folgore, superata dal Pennarossa con il punteggio finale di 4-2. Nella partita d’esordio della Futsal Cup, la squadra di Falciano, decimata dalle assenze e priva di De Bellis e Zafferani in panchina, soffre nei primi minuti il maggiore agonismo degli avversari. La partita si sblocca già al 4’ con il calcio di rigore trasformato da Casadei, Cappelli raddoppia e a ruota Poggiali cala il tris. La gara sembra segnata, anche perché un accenno di reazione arriva solo al termine del primo tempo ad opera di Alessandro Gennari, che risponde a Macina e ristabilisce i tre gol di distanza. Nel secondo tempo però i giallorossoneri prendono le misure e migliorano il proprio gioco. Purtroppo, il gol di Semprini giunge troppo tardivo per poter cambiare l’esito della gara.

Il preparatore atletico e allenatore in seconda Kit Della Chiesa analizza così la sconfitta: “Abbiamo buttato via i primi dieci minuti, perché non capivamo come stare in campo. Abbiamo subito il primo e il secondo gol immediatamente, dopo è stata difficile la rimonta. La pausa invernale si è sentita perché i ragazzi hanno perso lo spirito, dobbiamo ritrovare il giusto spirito in campo, tutto qua. Abbiamo una squadra molto giovane, manca esperienza, bisogna lavorare, lavorare e lavorare”. I playoff? Kit è realista e risponde con una risata: “Sarà dura…”.

Giacomo Santi

15’ g campionato, San Giovanni 0 – 2 Folgore

SAN GIOVANNI – FOLGORE 0-2 (0-1)
Marcatori: 12’ pt Sacco, 26’ st Bernardi

SAN GIOVANNI (4-5-1):
Taddei; Zafferani, Pasquali, Mussoni, Zanotti; Bettini, Tellinai, Grilli, Acquarelli (8’ st F. Maurizi), Moroni; Fortunato (42’ st Stilli).
A disp.: S. Maurizi, Bollini, Giardi.
All.: Crescentini

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Arrigoni, Muccini, Berardi; Aluigi, Sacco; Venerucci (25’ st Brolli), Savioli, Lago (16’ st Nucci); Bernardi.
A disp.: Tamagnini, Bezzi, Genestreti, Bianchi.
All.: Lasagni

Arbitro: Ascari
Assistenti: Morisco – Nuzzo
Ammoniti: 28’ pt Sacco, 23’ st Nucci (F)
Recupero: 0’ pt, 3’ st
Angoli: 6-8

STADIO F. CRESCENTINI (FIORENTINO) – Il girone B si tinge di giallorossonero. La Folgore sfrutta lo scivolone del Tre Fiori con il Domagnano e sale al primo posto, battendo il San Giovanni 2-0. Una partita che sulla carta poteva sembrare semplice e che invece qualche insidia la nasconde, visto che la squadra allenata da Ivo Crescentini resta in partita e si gioca le proprie carte fino a metà ripresa. Stefano Sacco indirizza la gara nei minuti iniziali, Marco Bernardi raddoppia nel secondo tempo e decide la sfida.

OPERAZIONE SORPASSO – Il recupero del martedì sera, imposto dalla neve caduta nella giornata di sabato, dà la possibilità di giocare sapendo che i tre punti sono doppiamente importanti. La differenza di classifica – il San Giovanni è all’ultimo posto del gruppo A – è netta, il divario in campo però è meno evidente, perché i rossoneri giocano uniti e tengono testa per un’ora abbondante ai più quotati avversari. La gara, giocata con una nebbia a tratti molto fitta, si sblocca dopo 12 minuti, quando Sacco raccoglie un pallone in area e lo deposita alle spalle di Taddei. Il vantaggio sembra il preludio ad una serata in discesa, anche perché Venerucci e Bernardi sfiorano il raddoppio più volte, ma in realtà Zafferani e compagni non si disuniscono e fanno il possibile per recuperare lo svantaggio.

LAMPO – Tellinai spaventa Bicchiarelli sfiorando il palo su punizione, poi Moroni cade in area in seguito ad un contatto con Muccini, ma per Ascari è tutto regolare. Il minimo vantaggio è pericoloso e allora serve una girata di Marco Bernardi per infilare Taddei nell’angolino alla propria sinistra e mettere in cassaforte i tre punti. Il San Giovanni crolla e alza bandiera bianca, mentre lo stesso attaccante e Savioli vanno ad un passo dalla terza rete.

BIG MATCH – La maggiore voglia di vincere regala alla squadra di Falciano il primato: la parte più difficile viene ora, visto che sabato a Domagnano il calendario prevede lo scontro diretto con il Tre Fiori. Angelini e Domeniconi però rientrano dalla squalifica, per cui si prevede una Folgore al completo, pronta a difendere il primato appena conquistato.

4’ g Coppa Titano, Murata 1 – 4 Folgore

MURATA – FOLGORE 1-4 (1-2)
Marcatori: 4’ pt Neri, 18’ pt Venerucci, 30’ pt, 28’ st su rig. Angelini, 32’ st su rig. Lago

MURATA (3-5-1):
Lelli; Zanotti (25’ st Ercolani), Pietrangeli, Dedja (10’ st De Marini); Muggeo, Cecchetti, Veronesi, Neri, Amedei; Giardi (34’ st Cavalli), Canini.
A disp.: Meroi Gennari, Geri, Fabbri, Zaboul.
All.: Gori

FOLGORE (4-2-3-1):
Tamagnini; Sartori, Muccini, Bezzi (1’ st Rossi), Berardi; Aluigi, Sacco; Lago, Domeniconi, Venerucci (24’ st Bernardi); Angelini.
A disp.: Bicchiarelli, Arrigoni, Bianchi, Brolli, Savioli.
All.: Lasagni

Arbitro: Ceccarelli
Assistenti: Mineo – Giorgini
Ammoniti: Pietrangeli, De Marini (M); Bernardi (F).
Angoli: 3-6
Recupero: 0’ pt, 7’ st

STADIO F. CRESCENTINI (FIORENTINO) – Il primo obiettivo è raggiunto. La Folgore ottiene una vittoria importante, che risulta decisiva per il passaggio del turno in Coppa Titano visto il contemporaneo successo della Juvenes/Dogana sul San Giovanni. Con due partite rimanenti, infatti, il divario tra la squadra di Lasagni e la terza cresce a otto punti: ora lo scontro diretto tra le due compagini di Serravalle del prossimo 20 febbraio servirà per assegnare il primo posto. A decidere la gara sono le reti di Nicolò Venerucci, Michael Angelini (doppietta) e Ramiro Lago, che rispondono al vantaggio iniziale dei bianconeri, rendendo così concreti i propositi di vittoria.

REAZIONE Serve una risposta di carattere per evitare una brutta sorpresa, perché il Murata dopo appena quattro minuti si ritrova in vantaggio. A sorpresa, visto che il presunto cross di Nicolò Neri risulta lungo per tutti e prende controtempo lo stesso Tamagnini, che non riesce ad intercettare il pallone. Appena il tempo per riordinare le idee che Lelli salva sull’incornata di Lago, poi la partita finalmente svolta: il traversone di Sartori risulta ostico per Dedja, Venerucci ne approfitta e il pareggio è servito. Le cose si mettono bene, la squadra gioca più in scioltezza e con il passare dei minuti sale in cattedra Michael Angelini. L’attaccante alla mezzora rifinisce una bella azione nata da Venerucci e proseguita da Aluigi e Lago e battendo Lago sotto misura firma il vantaggio. I suoi gol diventano due quando, dopo numerosi tentativi non andati a buon fine, si incarica della battuta di un calcio di rigore, concesso per un atterramento di De Marini su Bernardi. Anche Neri viene tradito dall’inesperienza e commette un fallo ingenuo su Sartori, che causa il secondo penalty nel giro di quattro minuti e che porta al poker della squadra di Falciano con la trasformazione di Ramiro Lago. Il Murata si lecca le ferite, perché, oltre al passivo, deve fare i conti con gli infortuni di Dedja e Amadei, costretti a lasciare il campo e ad affidarsi alle cure dei propri sanitari, giocando gli ultimi secondi di partita in dieci uomini.

PRIMO POSTO Oltre alla vittoria in scioltezza, l’altra buona notizia viene da Montecchio, dove il San Giovanni agguanta nel finale il pareggio e fa perdere due punti alla Juvenes/Dogana. Con questo risultato, la Folgore ora può disporre di due risultati su tre nello scontro diretto per mantenere il primato nel girone.

4′ giornata Partita Risultato Campo
27/1 15:00 Juvenes/Dogana – San Giovanni  1-1 Montecchio
27/1 15:00 Murata – Folgore  1-4 Fiorentino
27/1 15:00 Tre Fiori – Cailungo  3-1 Domagnano
28/1 15:00 Domagnano – La Fiorita Montecchio
28/1 15:00 Faetano – Libertas Domagnano
28/1 15:00 Virtus – Fiorentino Fiorentino

 

5′ giornata Partita Risultato Campo
27/1 18:30 Pennarossa – Cosmos Fiorentino

 

Girone A P PG GF GS
Folgore 10 4 9 1
Juvenes/Dogana 8 4 6 3
San Giovanni 2 4 3 6
Murata 1 4 3 11

 

Girone B P PG GF GS
Domagnano 7 3 7 3
Tre Fiori 7 4 6 3
La Fiorita 6 3 5 3
Cailungo 0 4 1 10

 

Girone C P PG GF GS
Virtus 6 3 4 2
Faetano 6 3 3 1
Libertas 6 3 3 2
Fiorentino 0 3 0 5

 

Girone D P PG GF GS
Tre Penne 9 3 11 5
Cosmos 3 3 8 9
Pennarossa 0 2 2 7

14’ g campionato, Folgore 1 – 0 Tre Penne

FOLGORE – TRE PENNE 1-0 (0-0)
Marcatore: 20’ st L. Rossi

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Arrigoni, Berardi, L. Rossi; Nucci, Bezzi; Bernardi (21’ st Lago), Domeniconi, Savioli (27’ Sacco); Angelini (40’ st Muccini).
A disp.: Tamagnini, Aluigi, Bianchi, Venerucci.
All.: Lasagni

TRE PENNE (4-3–2-1):
Migani; Battistini, Fraternali, Cesarini, Merendino; Gaeroni (35’ st Calzolari), Patregnani, Gai; Santini (45’ st A. Rossi), Simoncelli; Paganelli.
A disp.: Chierighini, Valli, Zafferani.
All.: Bizzotto

Arbitro: Zani
Assistenti: Zanotti – Zaghini
Ammoniti: Nucci, Savioli, Angelini, Domeniconi, Arrigoni (F); Cesarini,
Patregnani, Gasperoni (TP).
Recupero: 0’ pt, 4’ st
Angoli: 4-6.

STADIO F. CRESCENTINI (FIORENTINO) – Gol, vittoria e primato: la Folgore vince il big match della 14’ giornata di campionato contro il Tre Penne e vola in testa al girone B a pari merito con il Tre Fiori. L’uomo partita è Luca Rossi, che con il suo gol a metà ripresa porta i tre punti a Falciano e incornicia un pomeriggio da ricordare per tutta la società.

VOGLIA DI RISCATTO Visti i precedenti nettamente a favore della squadra di Città, che si è spesso aggiudicata i confronti diretti proprio nei minuti conclusivi, la voglia di rivincita rappresenta un elemento in più per invertire la tendenza degli ultimi tempi e farsi trovare pronti quando la posta in palio si fa più alta. I giallorossoneri si schierano con il 4-2-3-1, nel quale Rossi prende il posto in difesa di Brolli, non al meglio, mentre i biancazzurri, al completo, rispondono con il 4-3-2-1. Il ritmo è buono fin dalle battute iniziali e i ventidue in campo si affrontano con la consapevolezza di potersi incontrare nuovamente nei playoff, quando l’esito finale sarà ancora più determinante. Lo scontro diretto è comunque già significativo e le due formazioni non si risparmiano: Nucci dalla destra cerca la testa di Angelini, Migani respinge e salva anche sulla ribattuta di Savioli. Davide Bicchiarelli è un custode affidabile della propria porta e si erge al di sopra di tutti, salvando alla grande su Simoncelli e Santini.

GOL PARTITA Se nella prima ora di gioco i ragazzi di Bizzotto hanno le occasioni migliori pur non riuscendo a prendere il sopravvento, quanto avviene al 20’ della ripresa ha il potere di spaccare la partita. Marco Bernardi mette in mezzo, la palla arriva sul secondo palo, dove c’è Luca Rossi, che tutto solo non può fare altro che spingere in rete e diventare l’uomo chiave della giornata. Il finale diventa incandescente, il nervosismo accende ulteriormente il clima con il quale trascorrono gli ultimi minuti: alla fine si conteranno ben otto ammoniti, cinque in casa Folgore e tre in casa Tre Penne. Due di questi cartellini gialli provocano altrettanti calci di punizione pericolosi, Simoncelli calcia alta la prima, mentre Gai si vede parare la seconda. Sono gli ultimi brividi prima del fischio finale: può cominciare la festa.

Giacomo Santi

13’ g campionato, Pennarossa 1 – 1 Folgore

PENNAROSSA – FOLGORE 1-1
Marcatori: 1’ st Ciacci, 15’ st Angelini

PENNAROSSA (4-1-4-1):
Ugolini; Baldani, Fratta, Albani, Giannoni; Colagiovanni; Sosa, Colonna (43’ st Boschi), Grigore, Ciacci; Mariotti (26’ st Podeschi).
A disp.: Giuliani, Muccioli, Capozzi, A. Guidi, Aissaoui.
All.: Sperindio

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Nucci, Arrigoni (19’ st Muccini), Brolli (15’ st Sartori), Berardi; Bezzi, Domeniconi; Bernardi, Lago (11’ st Sacco), Savioli; Angelini.
A disp.: Tamagnini, Aluigi, Genestreti, Venerucci.
All.: Lasagni

Arbitro: Ascari
Ammoniti: Sosa, Baldani (P); Domeniconi (F).
Recupero: 1’ pt, 5’ st
Angoli: 2-9

Stadio F. Crescentini (Fiorentino) – Si apre con una “X” il 2018 della Folgore, un pareggio in rimonta contro il Pennarossa che muove la classifica e che tutto sommato accontenta entrambe. Si decide tutto nella ripresa: Nicola Ciacci sorprende Bicchiarelli in avvio di secondo tempo, Michael Angelini risponde dopo un’ora di gioco, per l’1-1 finale.

4-2-3-1 Oscar Lasagni schiera i suoi con il comsueto modulo; in difesa Arrigoni, l’ultimo arrivato insieme a Bernardi, sostituisce Semprini, mentre Nucci prende il posto di Sartori, che parte dalla panchina. A centrocampo l’altra novità, con Marco Bernardi in cerca di riscatto dopo una prima parte di stagione non idilliaca con il Fiorentino. I due innesti si inseriscono bene in una squadra che cerca di agire in maniera corale, gli spazi vengono coperti bene e questo dà vita ad una partita equilibrata. Anche il Pennarossa nutre infatti velleità di playoff, per cui scende in campo con la consapevolezza di poter fare bene. Savioli e Nucci creano le maggiori difficoltà agli avversari avviando l’azione sulla fascia per poi convergere al centro.

DOCCIA FREDDA Bisogna però attendere il rientro in campo dagli spogliatoi per veder cambiare il punteggio e la novità non è positiva: Nicola Ciacci si ritrova a tu per tu con Bicchiarelli, che respinge il primo tentativo ma non può nulla sulla ribattuta e così, dopo nemmeno un minuto della ripresa, il Pennarossa conduce 1-0.

ANGELINI C’È Con una situazione del genere ci vuole il migliore Michael Angelini per reagire e infatti l’attaccante attira su di sé il centro delle azioni, fino al pareggio che giunge al quarto d’ora. L’1-1 nasce dalla bandierina del calcio d’angolo, il centravanti si trova nel cuore dell’area libero di insaccare e non si lascia sfuggire l’occasione. Cinque minuti più tardi arriva anche la palla del possibile vantaggio, con il cross di Nucci per la testa del solito Angelini, che alza di poco la mira. Ci prova anche il capitano da fuori con un rasoterra insidioso, Ugolini si rifugia in corner.

PAREGGIO Entrambe le squadre sembrano paghe del pareggio, il punto a testa non stravolge la classifica, poiché resta interessante da tutti e due i punti di vista. Bicchiarelli, a parte l’episodio del gol di Ciacci, non è stato chiamato agli straordinari per proteggere la propria porta, mentre l’attacco ha confermato la capacità di creare palle gol, bisognerebbe solo cercare di alzare la percentuale di realizzazione per fare il salto di qualità. In attesa del big match contro il Tre Penne di domenica 21, l’1-1 odierno si può guardare con il bicchiere mezzo pieno.

Giacomo Santi

3′ g Coppa Titano, Folgore 2 – 0 San Giovanni

Folgore- San Giovanni 2-0 (1-0)
Marcatori: 40′ pt Bezzi, 12’ st Lago

Folgore (4-2-3-1):
Tamagnini; Rossi (34′ st Sartori), Semprini, Muccini, Berardi; Sacco, Bezzi; Domeniconi (28′ st Brolli), Lago, Savioli (18′ st Venerucci); Bonifazi.
A disp.: Bicchiarelli, Genestreti, Angelini, Bianchi.
All.: Lasagni

San Giovanni (4-4-2):
Manzaroli; Zafferani, Acquarelli, Borgelli, Cecchetti (1′ st Zanotti) (28’ st Stilli); Grilli, Tellinai, Casadei, Caforio; Bettini, Moroni.
A disp.: Taddei, Giardi.
All.: Crescentini

Arbitro: Barbeno
Assistenti: Gallo-Bianchini
Ammoniti: Acquarelli, Zafferani (SG)
Recupero: 2′ pt, 1’ st
Angoli: 7-1

STADIO F. CRESCENTINI (FIORENTINO) – La Folgore va alla pausa natalizia con il sorriso: la vittoria nella terza giornata di Coppa Titano sul San Giovanni firmata Luca Bezzi e Ramiro Lago permette ai ragazzi di Oscar Lasagni di chiudere nel migliore dei modi una settimana ben cominciata con l’importante successo sul Domagnano (recupero della 12’ giornata di campionato). I rossoneri non sfigurano nella prima mezz’ora di gioco, ma poi devono fare i conti con la maggiore pressione e tecnica avversaria, che alla lunga fanno la differenza. Muccini e compagni falliscono alcune occasioni di troppo, ma portano comunque a casa l’intera posta in palio, senza subire reti, e salgono a quota 7 punti rimanendo imbattuti.

INIZIO DIFFICILE Lasagni, per l’ultima sfida del 2017, sceglie il 4-2-3-1 mantenendo invariata la squadra per otto undicesimi rispetto alla sfida di martedì. Le novità sono rappresentate da Rossi, Muccini – con la fascia da capitano per la squalifica di Nucci e “premiato” per il ritorno in campo – e Lago. Gli avversari, schierati da Crescentini con il 4-4-2, non si sbilanciano nei primi minuti e giocano in maniera ordinata, mostrando miglioramenti dal punto di vista della fase difensiva. L’undici di Falciano domina il match dal punto di vista delle occasioni da rete create, mentre i rossoneri non si fanno quasi mai pericolosi dalle parti di Tamagnini. Il dato dei corner battuti (7-1 per i giallorossoneri) è inequivocabile, dunque resta da capire cosa non abbia funzionato nella fase offensiva per non essere riusciti a segnare più di una rete nei primi 45 minuti. L’equilibrio tattico avversario rappresenta un problema nel gioco palla a terra e così la Folgore in più di un’occasione perde palla nell’ultimo passaggio, poi trova la chiave giusta per fare male e incomincia a mettere in area cross alti che attendono soltanto il colpo di testa vincente. Ci provano nell’arco di pochi minuti Savioli, Lago e Bezzi ma la precisione non è quella giusta per segnare.

MUCCINI RISOLVE A cinque minuti dal duplice fischio di Barbeno, l’undici di Lasagni è ancora a secco di reti e per risolvere gli equilibri ci pensa Manuel Muccini, che dalla fascia sinistra a grande distanza dalla porta difesa da Manzaroli, si inventa un tiro cross bellissimo destinato all’incrocio dei pali, Luca Bezzi si presenta sulla traiettoria e conferma il suo fiuto per il gol.

CONVINZIONE Il secondo tempo, come da pronostici, dimostra la solidità della Folgore, che, una volta sbloccato il risultato non fatica più a superare gli avversari come nel primo tempo: Zafferani e compagni infatti subiscono psicologicamente il punto dell’1-0 e non solo non riescono a reagire ma neppure a confermare quanto di buono avevano mostrato nei primi 45′. La squadra di Falciano può così controllare con convinzione la partita, soprattutto grazie al gol della sicurezza, che arriva poco prima dell’ora di gioco ed è frutto di una bella azione corale: Berardi mette al centro dell’area di rigore un bel pallone per Ramiro Lago, che con un tiro rasoterra molto bello supera Manzaroli. Nel finale qualche errore difensivo, dovuto a stanchezza e poca concentrazione, potrebbe consentire ai ragazzi di Crescentini di creare problemi, poi però i giallorossoneri rimediano con prontezza e archiviano meritatamente la pratica.

SI TORNA NEL 2018 Al fischio finale la Folgore può festeggiare il successo, consapevole da una parte di aver conquistato in questi primi tre mesi risultati molto positivi, dall’altra di dover ancora migliorare alcuni aspetti ed essere quindi ancora più cinica sotto porta. Dal posticipo di domani pomeriggio tra Juvenes/Dogana e Murata potrebbe arrivare il regalo sotto l’albero: una vittoria della squadra di Serravalle, infatti, spianerebbe la strada verso i quarti di finale di Coppa Titano.

Giacomo Santi

12’ g campionato, Folgore 3 – 2 Domagnano

Folgore – Domagnano 3-2 (1-2)
Marcatori: 11’ pt Bezzi, 22’ pt Jaupi, 34’ pt Locatelli, 3’ st Sartori, 46’ st Savioli

FOLGORE (4-3-1-2):
Tamagnini; Sartori, Semprini, Brolli, Berardi; Bezzi, Sacco (30’ st N. Venerucci), Nucci; Domeniconi (37’ st Muccini); Bonifazi (19’ st Lago), Savioli.
A disp.: Bicchiarelli, Bartoli, Bianchi, Genestreti.
All.: Lasagni

DOMAGNANO (4-4-2):
Muraccini; Dolcini, Pratelli, An. Faetanini, Ferrari; Al. Faetanini (31’ st L. Ceccaroli), P. Rossi, A. Venerucci, Locatelli; N. Angelini, Jaupi.
A disp.: Francioni, Censoni, M. Ceccaroli, Giannoni, Ranocchini, Righi.
All.: Campo

Arbitro: Ceccarelli
Ammoniti: Jaupi, A. Venerucci (D)
Espulso: Jaupi al 36’ st per doppia ammonizione
Angoli: 4-3
Recupero: 0’ pt, 3’ st

STADIO F. CRESCENTINI (FIORENTINO) – Luca Savioli regala in extremis alla Folgore un successo meritato (3-2), che giunge dopo il vantaggio con Bezzi e la rimonta del Domagnano, momentaneamente avanti 2-1. Sulla coscienza dei giallorossi pesa l’espulsione di Jaupi, giunta a dieci minuti dalla fine, un episodio che indirizza la squadra di Falciano verso la settima vittoria stagionale.

BUONA PARTENZA Lasagni ridisegna la propria squadra e opta il 4-3-1-2, con il trio Nucci-Bezzi-Sacco in linea mediana e Domeniconi dietro Bonifazi e Savioli. L’approccio alla gara è positivo e già dopo 11 minuti si sblocca il punteggio con il colpo di testa di Luca Bezzi sulla punizione di Sartori. Il metronomo, dimenticato dalla difesa avversaria, è libero di battere Muraccini dal cuore dell’area di rigore. Bonifazi legge bene una ripartenza e allarga sulla destra per Domeniconi, ma poi fallisce il tapin sul traversone del compagno, mandando alto di poco.

ARRESTO Il rimpianto c’è, perché il possibile raddoppio avrebbe potuto rendere più semplice la serata e invece i giallorossi si dimostrano efficaci le poche volte che tirano in porta e poco dopo la mezzora si trovano a condurre. Jaupi dal vertice destro dell’area cerca la porta, trovando un varco tra le maglie avversarie e il palo, poi Locatelli va alla conclusione da fuori, una deviazione inganna Tamagnini e la palla termina in rete.

RECUPERO Il Domagnano ha dei limiti, soprattutto in difesa, testimoniati dal pareggio di Sartori: il terzino della Folgore manca il pallone nel tentativo di colpirlo al volo, ma questo disorienta i giallorossi e allora ne può approfittare per superare tutti e battere Muraccini. Con il punteggio nuovamente in parità, Tamagnini è attento su Nicolò Angelini, dall’altra parte Savioli colpisce il palo. La Folgore ne ha di più e spinge per ottenere i tre punti, trovando un aiuto involontario in Jaupi, che scaglia il pallone dopo un fallo fischiato da Ceccarelli e viene quindi espulso per doppia ammonizione. Il forcing finale premia Nucci e compagni all’inizio del recupero grazie al tocco sotto misura di Luca Savioli, che diventa l’uomo partita.

BILANCIO Sabato prossimo in Coppa Titano contro il San Giovanni si chiude il 2017, ma un bilancio della prima parte della stagione si può già fare: sette vittorie, due pareggi e due sconfitte, per un totale di 23 punti e secondo posto nel girone B. A questi numeri vanno sommati i sei punti conquistati nel girone di Coppa e in caso di risultato positivo contro il San Giovanni la qualificazione potrebbe avvicinarsi in maniera decisiva. I primi tre mesi sono stati in linea con le aspettative, visto che gli obiettivi minimi stanno per essere raggiunti con largo anticipo. Non bisogna comunque sedersi sugli allori ma continuare a lavorare per migliorarsi e fare sempre meglio.

Giacomo Santi

11’ g campionato, Juvenes/Dogana 0 – 3 Folgore

Juvenes/Dogana – Folgore 0-3 (0-1)
Marcatori: 40’ pt Bezzi, 6’ st Savioli, 26’ st Domeniconi

JUVENES/DOGANA (5-3-2):
Manzaroli; M. Mantovani, Della Valle, Villa, Casadei, E. Mantovani; M. Semprini (25’ st Cevoli), Liverani (11’ st Gasperoni), Tkachuk; Zafferani (4’ st Merlini), Sorrentino.
A disp.: Gobbi, Bizzocchi, T. Cavalli, J. Raschi.
All.: Brigliadori

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, A. Semprini, Brolli, Berardi; Nucci (31’ st Muccini), Bezzi; Domeniconi, Aluigi, Savioli; Bonifazi.
A disp.: Tamagnini, Sacco, Genestreti, Lago, Venerucci, Bartoli.
All.: Lasagni

Read More

10’ g campionato, Folgore 3 – 3 Cosmos

Folgore – Cosmos 3-3 (1-3)
Marcatori: 3’ pt rig. Neri, 11’ pt Guerra, 41’ pt, 31’ st Giardi, 42’ pt Sanchini, 24’ st Bezzi

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli (1’ st Tamagnini); Sartori, Bezzi, Brolli, Berardi; Aluigi (25’ st Semprini), Nucci; Lago, Domeniconi, Savioli; Giardi.
A disp.: Bartoli, Bonifazi, Angelini, Muccini, Bianchi.
All.: Lasagni

COSMOS (4-4-2):
Gregori; Cavalli, Grassi, Lepri, Baschetti (30’ st Pari); Zonzini, Guerra, Sanchini, Neri; Mariotti (33’ st Morri), Bonfigli (25’ pt Giulianelli).
A disp.: Casali, Fortunato, Zaghini.

Read More