S.S. Folgore Calcio

addstampa

S.S. Folgore Calcio > Articoli di: Addetto Stampa

9′ g campionato, Folgore 9 – 0 Libertas

FOLGORE – LIBERTAS 9-0 (3-0)
Marcatori: 5′ pt, 8′ st Mainardi, 21′ pt, 28′ pt, 20′ st Giorgini, 3′ st Gennari, 21′ st, 25′ st, 29′ st Bernardi

FOLGORE: Ottaviani, Semprini, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Zanchi, Gennari, Bernardi, Giogini.
All.: Fabio Traviglia

LIBERTAS: Balducci, Camilloni, Romagnoli, Toccaceli, Rossi, Francini, Bacciocchi, D’Agostino, Nicolini, Giovagnoli.
All.: Stefano Biordi

Arbitro: Ilie
Assistente: Tura
Ammonito: Balducci (L)

DOMAGNANO – Comincia come meglio non poteva l’intergirone della Folgore, che travolge 9-0 la malcapitata Libertas e resta ancorata al secondo posto nel girone A. La differenza dei valori che si poteva supporre doveva essere tradotta nei fatti e questa era l’insidia forse più sottile e da non sottovalutare. Fabio Traviglia però motiva la sua squadra al meglio e i frutti si vedono già a fine primo tempo, con i tre gol di vantaggio che mettono una seria ipoteca sulla vittoria. I secondi 30 minuti vedono la formazione di Borgo Maggiore uscire definitivamente dalla partita, la Folgore segna a ripetizione e chiude con la propria vittoria più larga della stagione. Da incorniciare le prestazioni di Nicola Giorgini e Massimiliano Bernardi per le triplette realizzate, alle quali va sommata la doppietta di Giacomo Mainardi e la rete di Alessandro Gennari. In attesa del posticipo tra Virtus e Tre Penne, la squadra di Falciano vanta otto punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici, Tre Penne e Pennarossa

7’ g campionato 2018/19, Virtus 1 – 3 Folgore

VIRTUS – FOLGORE 1-3 (0-1)

Marcatori: 13’ pt, 5’ st Bernardi, 28’ st Badalassi, 38’ st Ura

VIRTUS (3-5-2):

Lelli; A. Righi, Gavagnin (11’ st P. Casadei), Astolfi; Bonfè (27’ st Pazzaglia), Colonna, Bettini (18’ pt Pala), Ura, Gega; Skender, Raffelli.

A disp.: Giardi, L. Righi.

All.:Floriano Sperindio

FOLGORE (3-4-3):

Raschi; Nucci, Bezzi (36’ pt Sartori), Sacco; Perrino, Domeniconi, M. Casadei, Sabbadini; Bernardi (16’ st Basile), Innocenti (40’ pt Badalassi), Della Valle.

A disp.: Bicchiarelli, Bossa, Gravina, Venerucci.

All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Zani

Assistenti: Bianchini – Depaoli

Ammonito: M. Casadei (F).

DOMAGNANO – La prima fase di campionato si chiude con una vittoria per 3-1 sulla Virtus fanalino di coda. La Folgore sale così a 16 punti, frutto di cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta e manda in archivio la parte iniziale con un ottimo secondo posto. 

TURNOVER Raggiunti nel giro di tre giorni i due obiettivi minimi sia in campionato che in Coppa, mister Lasagni può permettersi di far rifiatare i titolari e tenere a riposo gli acciaccati. Contro la squadra di Acquaviva, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale ed eliminata in Coppa dal Cailungo, chi ha trovato finora meno spazio sfrutta il momento per dimostrare il proprio valore e così la partita si mette subito bene. Marco Bernardi impiega 13 minuti per lasciare il segno e colpire la Virtus con un bel tiro nel sette su assist di William Innocenti. Lo stesso Innocenti segna il possibile raddoppio, che però viene annullato da Zani per fuorigioco, e poi è costretto a lasciare il campo al termine di una bella azione che lo vede calciare a lato. Bernardi è in giornata: in avvio di ripresa calcia al volo il cross di Sabbadini e sigla la doppietta incrociando sul secondo palo. Il terzo gol, che chiude la partita, giunge dopo alcuni tentativi neroverdi di recuperare terreno e porta la firma di Badalassi, che sceglie bene il tempo sul lancio di Basile, supera Lelli e deposita in rete. Nel finale Ura trova il gol della bandiera e rende un po’ meno amara la sconfitta dei suoi, i quali comunque devono ancora trovare le giuste misure per essere competitivi.

TRE PENNE FUORI Alla vigilia delle gare odierne Tre Fiori, Folgore e Pennarossa erano certe di un posto in Q1, mentre restava da assegnare il quarto posto ad una tra Murata, Juvenes/Dogana  e Tre Penne. Non basta ai biancazzurri il 5-0 sul San Giovanni per recuperare punti e posizioni, dal momento che le vittorie di Murata e Juvenes lasciano la classifica immutata e così a fare notizia è il flop della squadra di Città. Discorso simile per il girone B impegnato domani, nel quale Libertas, Cailungo e Cosmos si giocano l’ultima posizione utile dietro a La Fiorita, Fiorentino e Domagnano.

Ritorno ottavi Coppa Titano, Folgore 0 – 0 Domagnano

FOLGORE – DOMAGNANO 0-0

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori (33’ st Sabbadini), Sacco, Bossa, Nucci; Bezzi, Domeniconi; Badalassi (43’ st Della Valle), Basile, Bernardi; Innocenti (16’ st Casadei).
A disp.: Raschi, Gravina, Perrino, Venerucci.
All.: Oscar Lasagni

DOMAGNANO (4-3-3):
Arena; Ferrari, Valentini, Tamburini, Battistini (24’ st Angelini); Venerucci, P. Rossi, G. Rossi; Bianchini (35’ st Burioni), L. Ceccaroli (34’ st Dolcini), Lago.
A disp.: Muraccini, Buscarini, Buldrini, Gualandi.
All.: Cristian Protti

Arbitro: Ceccarelli
Assistenti: Zanotti – Gallo
Ammoniti: Innocenti, Bernardi, Sabbadini (D); Lago, Valentini, Venerucci (D)
Espulsi: Lago al 9’ st per doppia ammonizione, Tamburini al 29’ st e P. Rossi al 30’ st per proteste
Angoli: 3-4
Recupero: 0’ pt, 4’ st

MONTECCHIO – Folgore ai quarti di Coppa grazie allo 0-0 con un Domagnano ridotto in otto uomini dopo l’1-0 dell’andata. Sembrerebbe tutto coerente e invece è difficile far capire a chi non ha visto la partita come sono andate le cose. Perché i ragazzi di Protti obiettivamente scendono in campo con quella grinta che manca ai giallorossoneri, più preoccupati a coprirsi che ad attaccare, anche dopo la prima espulsione che fa saltare i nervi a tutti e alla fine si arrendono per l’oggettiva inferiorità numerica.

RITORNO L’inedita formula di andata e ritorno – per San Marino, s’intende – concede al club di Falciano un vantaggio non indifferente, ma non può divenire un motivo di improvvide speculazioni. Lasagni non si fida di un avversario coriaceo, uscito sconfitto all’andata per un rigore trasformato da Sartori e in campionato già qualificato al Q1 della seconda fase e per questo non fa turnover. L’unica assenza rilevante è quella di Cristian Brolli, non al meglio come Antonio Gravina, che si siede in panchina. I giallorossi sono chiamati a fare la partita e in effetti cominciano più decisi. Bicchiarelli è ottimo ad inizio e fine prima frazione, con un salvataggio su Paolo Rossi e poi con un tuffo che neutralizza la punizione di Ramiro Lago. In mezzo ci sta l’ammonizione ai danni dello stesso ex Folgore, reo, secondo Ceccarelli, di essersi lasciato cadere in area in mezzo a due avversari, e la palla gol di Badalassi, che si vede respingere due volte da Arena il pallone del possibile vantaggio.

NERVOSISMO Nel Domagnano cresce l’ansia e il nervosismo ne è la naturale conseguenza. Il direttore di gara fa non poca fatica a contenere gli animi ed è costretto a ricorrere più volte ai cartellini. L’intervento più eclatante, e discusso, è la doppia ammonizione ai danni di Lago per aver colpito Domeniconi: come si può immaginare l’episodio rende la partita spigolosa e a farne le spese sono Juri Tamburini e Paolo Rossi, cacciati dal campo per delle espressioni ingiuriose. Nonostante i tre uomini in più, però, la Folgore sembra avere timore e appare poco lucida, anche in possesso del pallone. Nicolò Angelini manca per poco quello che sarebbe diventato un incredibile prolungamento ai supplementari ma poi la nettissima superiorità presenta il conto ai suoi artefici. La Folgore, pur non giocando una partita esaltante, accede ai quarti di Coppa Titano.

7′ g campionato futsal, San Giovanni 0 – 7 Folgore

SAN GIOVANNI – FOLGORE 0-7 (0-6)
Marcatori: 1’ pt, 23’ pt, 28’ pt, 31’ pt Bernardi, 13’ pt Mainardi, 17’ pt Gennari, 18’ st Allasia

SAN GIOVANNI: Giusti, Podeschi, Baldacci, Valentini, Mangano.
A disp.: M. Gennari, Schiano, Michelotti, Capicchioni.
All.: Alfiero Vagnini

FOLGORE: Ottaviani, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Bernardi.
A disp.: Conti, Allasia, Pelliccioni, Tassitano, A. Gennari, Giorgini, Semprini.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Clementi
Assistente: Notarpietro
Ammoniti: Valentini, Baldacci (SG)

DOGANA – Si risolve in poco più di una formalità l’ultima gara di andata tra Folgore e San Giovanni: troppo ampio il divario a favore della squadra di Fabio Traviglia, che resta in scia del Fiorentino con la quinta vittoria stagionale. Il nettissimo 7-0 finale racconta una gara a senso unico, già sbloccata dopo appena 20 secondi da Massimiliano Bernardi, autentico mattatore con quattro reti nel primo tempo. La gara si chiude tra 13’ e 17’ quando, dopo il pareggio sfiorato da Podeschi, Giacomo Mainardi e Alessandro Gennari scavano un solco incolmabile da un San Giovanni poco competitivo. L’età media dei rossoneri molto alta per ovvi motivi favorisce l’atleticità di Ottaviani e compagni, che si possono permettere di gestire nella ripresa il largo 6-0 con cui si chiudono i primi 30 minuti. Con la seconda rete stagionale di Edoardo Allasia cala il sipario: Folgore sempre saldamente al secondo posto dietro al Fiorentino, a più sette sul Domagnano, quarto.

 

7′ giornata Partita Risultato Campo
5/11/18 20:15 Cosmos – Faetano  3-0 Dogana
5/11/18 20:15 Domagnano – Fiorentino  1-9 Domagnano
5/11/18 20:15 Juvenes/Dogana – Tre Fiori  2-1 Fiorentino
5/11/18 21:45 La Fiorita – Pennarossa  0-3 Fiorentino
5/11/18 21:45 San Giovanni – Folgore  0-7 Dogana
5/11/18 21:45 Virtus – Libertas  4-1 Domagnano

 

Girone A Punti PG GF GS
Fiorentino 18 6 36 9
Folgore 15 6 24 12
Tre Penne 10 6 28 11
Domagnano 8 6 17 19
Pennarossa 7 6 19 15
La Fiorita 3 6 4 18
San Giovanni 0 6 2 46

 

Girone B Punti PG GF GS
Juvenes/Dogana 18 6 37 3
Murata 15 6 30 9
Tre Fiori 12 6 24 10
Virtus 9 6 15 15
Cosmos 6 6 12 25
Libertas 3 6 11 36
Faetano 0 6 5 36

 

La Folgore è qualificata al Q1 della seconda fase di campionato

6’ giornata Partita Risultato Campo
3/11/18 15:00 Cosmos – Domagnano 1-3 Domagnano
3/11/18 15:00 Folgore – Pennarossa 3-0 Fiorentino
3/11/18 15:00 Juvenes/Dogana – Virtus 1-0 Domagnano
4/11/18 15:00 Fiorentino – Faetano 3-1 Acquaviva
4/11/18 15:00 Juvenes/Dogana – Virtus 1-0 Domagnano
4/11/18 15:00 La Fiorita – Cailungo 2-1 Fiorentino
4/11/18 15:00 Tre Fiori – Tre Penne 2-1 Montecchio

 

Girone A Punti PG GF GS
Tre Fiori 18 6 20 5
Folgore 13 6 15 4
Pennarossa 12 6 9 8
Murata 8 6 8 11
Juvenes/Dogana 7 6 9 11
Tre Penne 6 6 14 9
San Giovanni 3 6 2 11
Virtus 1 6 3 21

 

Girone B Punti PG GF GS
La Fiorita 13 5 10 4
Fiorentino 11 5 8 3
Domagnano 10 5 5 2
Libertas 7 5 6 8
Cailungo 6 5 6 6
Cosmos 4 5 9 10
Faetano 0 6 2 13

6’ g campionato 2018/19, Folgore 3 – 0 Pennarossa

FOLGORE – PENNAROSSA 3-0 (0-0)
Marcatori: 2’ st Badalassi, 9’ st Bernardi, 15’ st aut. Fratta

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sabbadini, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Sacco; Badalassi (14’ st Domeniconi), Casadei (1’ st Basile), Bernardi (22’ st Perrino); Innocenti.
A disp.: Raschi, Della Valle, Gravina, Venerucci.
All.: Oscar Lasagni

PENNAROSSA (3-5-1-1):
Giuliani; Baldani (26’ st Capozzi), Fratta, Grigore; Pignani (44’ st Giannoni), Podeschi, Sebastiani, Conti, Baizan; Rossi; Mariotti.
A disp.: Boschi, Maccagno, Ciacci.
All.: Denis Guerra

Arbitro: Delvecchio
Assistenti: Bernardini – Bisceglia
Ammoniti: Sebastiani, Baldani, Fratta (P)
Espulso: Sebastiani al 41’ st per doppia ammonizione
Angoli: 3-2
Recupero: 1’ pt, 3’ st

STADIO F. CRESCENTINI (FIORENTINO) – Con un super avvio di ripresa la Folgore torna al successo e, soprattutto, ottiene la qualificazione alla seconda fase come una delle migliori quattro del girone A. Il Pennarossa regge un tempo ma poi cede il passo dopo i tre gol subiti in un quarto d’ora: Badalassi, Bernardi e l’autogol di Fratta portano Nucci e compagni a quota 13.

FARE RISULTATO Servono i punti per archiviare la qualificazione alla seconda fase e la banda di Lasagni vuole chiudere il discorso senza dover guardare gli altri risultati. Con quattro punti di margine sul Tre Penne, attualmente quinto, e a due gare dal termine della prima fase, solo una vittoria darebbe la sentenza con 90 minuti di margine. Sartori, Basile, Domeniconi e Gravina non sono al meglio e allora l’undici partente registra alcuni assestamenti, tra i quali la partenza per la prima volta da titolari di Sabbadini e Casadei. Qualche assenza anche tra i biancorossi, che devono fare a meno degli squalificati Ugolini e Raffelli, oltre che agli indisponibili Halilaj e Aissaoui e agli acciaccati Maccagno e Ciacci.

QUARTA VITTORIA STAGIONALE La nebbia, alta nei minuti precedenti alla partita, scende e avvolge il rettangolo di gioco fin dai primi secondi di gioco. La visibilità è comunque discreta e permette di vedere il salvataggio di Giuliani su Casadei e il palo sfiorato da Badalassi. Il Pennarossa, tranquillo al secondo posto in classifica, imposta un’atteggiamento attendista e si fa vedere sull’unico corner guadagnato con il tiro a salve di Mariotti, che avrebbe potuto essere ben più insidioso. Se il primo tempo si chiude sullo 0-0, i secondi 45 minuti vedono sbloccarsi immediatamente la situazione di equilibrio e in meno di un quarto d’ora si decide tutto. Marco Bernardi si guadagna lo spazio per andare al cross teso, Imre Badalassi ringrazia e trafigge Giuliani con un preciso diagonale. Sempre dalla sinistra, ma questa volta sulla punizione guadagnata da Nucci, Bernardi raddoppia, poi Fratta diventa suo malgrado protagonista sulla palla in mezzo di Basile con un tentativo di rinvio che ha il peggior esito possibile. I tre gol rappresentano uno spartiacque: da una parte il club di Falciano amministra senza difficoltà, dall’altra quello di Chiesanuova cerca timidamente di reagire ma senza troppa convinzione. Piove anzi sul bagnato per gli uomini di Guerra, quando nel finale Sebastiani si fa soffiare palla da Sacco e lo atterra ad un passo dell’area di rigore: Delvecchio non può che assegnare la punizione ed estrarre il secondo cartellino giallo all’indirizzo dell’autore del fallo. Con l’uomo in più e il risultato indirizzato, Perrino, al quale vengono concessi gli ultimi 25 minuti, supera elegantemente il proprio marcatore e mette in mezzo, Innocenti lascia a Basile, che vede sfumare il poker a fil di palo.

BIS Archiviata quella in campionato, ora la Folgore cerca la qualificazione anche in Coppa: il prossimo ostacolo si chiama Domagnano, con cui ci si contenderà un posto nei quarti di finale. Si riparte dall’1-0 firmato Francesco Sartori, gara in programma martedì alle 20:45 a Dogana.

6′ g campionato futsal, Pennarossa 1 – 4 Folgore

PENNAROSSA – FOLGORE 1-4
Marcatori: 12′ st Contato, 14′ st, 20′ st Bernardi, 21′ st aut. Pennarossa, 26′ st Renzi

PENNAROSSA: Putti, Pucci, Macina, Manzari, Cappelli, Renzi, Giovannini, Brighi, Ciacci.
All.: Selva

FOLGORE: Ottaviani, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Tassitano, Gennari, Bernardi, Giorgini, Zanchi.
All.: Traviglia

Arbitro: Delvecchio
Assistente: Borghetti
Ammoniti: Manzari, Ciacci, Cappelli (P).

DOGANA – Reazione doveva essere  dopo il ko contro il Fiorentino e reazione è stata: la Folgore torna al successo – il quarto in cinque partite giocate – superando 4-1 il Pennarossa, diretto rivale nella corsa ai playoff. La squadra di Traviglia si impone nella ripresa dopo un primo tempo equilibrato che non regala reti. Le emozioni e le soddisfazioni sono riservate per il secondo tempo, che vede la doppietta di Massimiliano Bernardi, unita ai gol di Andrea Contato e Matteo Tassitano. Al Pennarossa non basta Paride Renzi per evitare una sconfitta pesante, perché ora rischia di crearsi un divario importante tra le prime tre del girone A e le altre.
Tutt’altra l’aria che si respira in casa Folgore: l’importante vittoria, unita al riposo osservato dal Domagnano, porta a sette le lunghezze di vantaggio sulla quarta in classifica, ossia la prima delle escluse dai playoff. In quest’ottica San Giovanni, Libertas e Faetano, le prossime avversarie, possono costituire una rampa di lancio per allungare ulteriormente sulle inseguitrici.

 

6′ giornata Partita Risultato Campo
29/10/18 20:15 Libertas – Juvenes/Dogana 0-8 Domagnano
29/10/18 20:15 Pennarossa – Folgore 1-4 Dogana
29/10/18 20:15 Virtus – Tre Fiori 1-4 Fiorentino
29/10/18 21:45 Faetano – Murata  2-7 Dogana
29/10/18 21:45 Fiorentino – Tre Penne  4-1 Domagnano
29/10/18 21:45 La Fiorita – San Giovanni  3-1 Fiorentino

 

Girone A Punti PG GF GS
Fiorentino 15 5 27 8
Folgore 12 5 17 12
Tre Penne 10 6 28 11
Domagnano 5 5 16 10
Pennarossa 4 5 16 15
La Fiorita 3 5 4 15
San Giovanni 0 5 2 39

 

Girone B Punti PG GF GS
Juvenes/Dogana 15 5 35 2
Murata 15 6 30 9
Tre Fiori 12 5 23 8
Virtus 6 5 11 14
Libertas 3 5 10 32
Cosmos 3 5 9 25
Faetano 0 5 5 33

 

5′ g campionato 2018/19, Folgore 0 – 0 San Giovanni

FOLGORE – SAN GIOVANNI 0-0

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sabbadini (10′ st Sartori), Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Sacco; Venerucci (21′ pt Bernardi), Basile, Badalassi; Innocenti (20′ st Della Valle).
A disp.: Raschi, Casadei, Domeniconi, Perrino.
All.: Lasagni

SAN GIOVANNI (4-4-2):
Manzaroli; La Pia, Lessi, Grechi, Baffoni; Cecchetti, Caforio, Grilli (34′ st Moroni), F. Matteucci; Dragoni (45′ st Paduano), Tani.
A disp.: Caldari, M. Matteucci, Zafferani, Borgelli, Fortunato.
All.: Baldi

Arbitro: Villa
Assistenti: Bernardini – De Girolamo
Ammoniti: Sacco (F); Lessi, Manzaroli (SG).
Angoli: 9-3
Recupero: 1′ pt, 5′ st

MONTECCHIO- Al 95’, minuto in cui è giunto il triplice fischio, la delusione si è respirata evidentemente: chi si attendeva una reazione della Folgore dopo lo stop nella precedente giornata contro il Tre Fiori, è rimasto spiazzato. Era difficile, forse addirittura impossibile alla vigilia immaginare una tale difficoltà nell’affrontare una squadra – quella di Baldi – che è cresciuta negli ultimi periodi, ma che non può contare su una rosa di qualità uguale a quella di Lasagni. Lo 0-0 finale ha decisamente un retrogusto amaro, soprattutto perché non è arrivata la conferma attesa dopo il prezioso successo di misura sul Domagnano di mercoledì sera.

FATTORE RIPOSO I giallorossoneri possono contare su un importante elemento di vantaggio: il giorno in più di riposo dalle fatiche di Coppa. La Folgore dai primi minuti appare ben disposta in campo e in forma e non fatica a mettere in difficoltà la retroguardia del San Giovanni, che nelle ultime uscite stagionali ha dimostrato maggiore compattezza nel reparto difensivo. I ragazzi di Baldi giocano galvanizzati dall’1-0 sulla Libertas in Coppa e a dir la verità subiscono la pressione avversaria soltanto nei primissimi minuti quando Nicolò Venerucci sfiora il gol del vantaggio con un tiro di poco a lato.

IMPREVISTO Lasagni al 21’ deve fare i conti con un imprevisto: Nicolò Venerucci, il migliore tra i suoi sino a lì, è costretto ad uscire per un infortunio e a lasciare il campo a Marco Bernardi che prende posto tra gli attaccanti.

PROTESTE E CLIMA TESO 3 episodi suscitano polemiche nel corso del match: i rossoneri protestano contro il direttore di gara al 40’ del primo tempo e al 4’ del secondo per due presunte irregolarità nell’area di rigore, ma non vengono ascoltati; Nucci e compagni si fanno invece sentire al 75’, ma neanche in questo caso viene indicato il dischetto del rigore. Nel finale viene ammonito Andrea Manzaroli, estremo difensore avversario, per aver ritardato la ripresa del gioco, ma neanche nell’abbondante recupero di cinque minuti la Folgore riesce a creare clamorose palle gol. Il triplice fischio segue un ultimo, disperato, tentativo di Badalassi, che non riesce a raddrizzare in extremis un a prestazione al di sotto delle attese.

Coppa Titano, i risultati dell’andata degli ottavi

Andata ottavi Partita Risultato Campo
23/10/18 20:45 Domagnano – Folgore 0-1 Montecchio
23/10/18 20:45 Fiorentino – Tre Fiori 0-4 Fiorentino
24/10/18 20:45 Murata – Faetano 1-1 Montecchio
24/10/18 20:45 Pennarossa – Cosmos 2-3 Fiorentino
24/10/18 20:45 San Giovanni – Libertas 1-0 Domagnano
24/10/18 20:45 Tre Penne – Juvenes/Dogana 3-2 Acquaviva
24/10/18 20:45 Virtus – Cailungo 0-1 Dogana

 

Ritorno ottavi Partita Risultato Campo
6/11/18 20:45 Cosmos – Pennarossa Fiorentino
6/11/18 20:45 Faetano – Murata Montecchio
6/11/18 20:45 Folgore – Domagnano Dogana
6/11/18 20:45 Libertas – San Giovanni Domagnano
7/11/18 20:45 Cailungo – Virtus Dogana
7/11/18 20:45 Juvenes/Dogana – Tre Penne Acquaviva
7/11/18 20:45 Tre Fiori – Fiorentino Fiorentino

 

Quarti Partita
1 La Fiorita – vinc. Fiorentino/Tre Fiori
2 vinc. Murata/Faetano – vinc. San Giovanni/Libertas
3 vinc. Tre Penne/Juvenes/Dogana – vinc. Virtus/Cailungo
4 vinc. Pennarossa/Cosmos – vinc. Domagnano/Folgore

Andata ottavi Coppa Titano 2018/19, Domagnano – Folgore 0-1

DOMAGNANO – FOLGORE 1-0
Marcatori: 17’ pt rig. Sartori

DOMAGNANO (4-4-2):
Arena; Dolcini, An. Faetanini (13’ st L. Ceccaroli), Tamburini, Ferrari; G. Rossi, P. Rossi, Battistini, Burioni (23’ st Buscarini); Lago (36’ st A. Venerucci), Angelini.
A disp.: Muraccini, Al. Faetanini, Gualandi, Valentini.
All.: Protti

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Sacco; N. Venerucci (7’ st Casadei), Basile, Bernardi (29’ st Innocenti); Badalassi (41’ st Della Valle).
A disp.: Raschi, Domeniconi, Innocenti, Perrino, Sabbadini.
All.: Lasagni

Arbitro: Mei
Assistenti: Mineo – Morisco
Ammoniti: Battistini (D); Sartori, Badalassi, Basile (F).

MONTECCHIO – Comincia bene per la Folgore il percorso in Coppa Titano, al via questa sera con una formula rinnovata che dovrebbe rendere ancora più importanti le sfide. Da quest’anno infatti si giocano solo partite ad eliminazione diretta, con turni di andata e ritorno a partire dagli ottavi, con l’unica eccezione della Fiorita campione in carica che entra nei quarti. Il primo atto degli ottavi nell’anticipo del martedì, dunque, sorride alla squadra di Falciano: un rigore di Sartori condanna il Domagnano alla sconfitta di misura.

RISCATTO Contro i giallorossi la priorità è quella di riprendere il percorso interrotto sabato scorso il Tre Fiori e la risposta sul campo è efficace: basta poco più di un quarto d’ora per sbloccare il parziale di partenza con un rigore trasformato da Francesco Sartori. L’undici titolare si discosta dall’ultima partita solo per la presenza di Nicolò Venerucci al posto di un acciaccato Antonio Gravina e protegge bene il minimo vantaggio, che, avvicinandosi al triplice fischio, diventa sempre più prezioso. Sartori, Badalassi e Basile finiscono nell’elenco degli ammoniti, ma la cosa più importante è che il successo costringe i giallorossi a dover ribaltare l’esito tra due settimane e contemporaneamente permette a Nucci e compagni di giocare con più serenità, sapendo di avere due risultati su tre.