S.S. Folgore Calcio

addstampa

S.S. Folgore Calcio > Articoli di: Addetto Stampa

15′ g campionato, Domagnano 2 – 2 Folgore

DOMAGNANO – FOLGORE 2-2
Marcatori: Zanfino, Giorgini, Marcucci

DOMAGNANO: Stefanelli, Cupi, Bonfini, Zanfino, Menghi, Dolcini, Pelliccioni, L. Bollini, Marcucci, M. Bollini.
All.: Manuel Mussoni

FOLGORE: Ottaviani, Conti, Allasia, Pelliccioni, Contato, Tassitano, Gennari, Bernardi, Giorgini, Bizzocchi, Zanchi, Menghini.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Delvecchio
Assistente: Tura

DOGANA – Comincia con un pareggio il girone ritorno della Folgore futsal, che impatta 2-2 contro il Domagnano. La doppietta di Nicola Giorgini vale un punto guadagnato dal momento che i giallorossi sono maggiormente incisivi e vanno vicini alla vittoria. Visto il turno di riposo osservato dal Pennarossa, al quale va aggiunta la sconfitta del Tre Penne, i ragazzi di Traviglia salgono a +12 sulla quarta in classifica e fanno un altro piccolo passo verso la fase finale. La gara è più equilibrata rispetto alle ultime uscite e le palle gol sono più ridotte. Un paio di situazioni da rivedere potrebbero costare caro, perché Nahuel Zanfino e Giovanni Marcucci portano per due volte in vantaggio il Domagnano ma un super Nicola Giorgini raddrizza in entrambe le circostanze la situazione e alla fine fa quadrare i conti.
Si materializza quindi il primo pareggio stagionale per Ottaviani e compagni dopo dodici vittorie ed una sola sconfitta. Lunedì prossimo a Dogana alle 20:15 arriva il Tre Penne, un’altra squadra competitiva che perciò potrà esaltare un gruppo che sta crescendo giorno dopo giorno.

13′ g seconda fase di campionato, Fiorentino 2 – 3 Folgore

FIORENTINO – FOLGORE 2-3 (0-1)
Marcatori: 14’ pt Bezzi, 5’ st Pratelli, 23’ st S. Rossi, 35’ st Dormi, 48’ st Semeraro

FIORENTINO (4-3-3):
Bianchi; Ferrari, Pratelli, Biordi (30’ st Carlini), Maiani; Musta (28’ st Camillini), Molinari, Paglialonga; S. Rossi, Jaupi, Giangrandi.
A disp.: Balsamini, Paoloni, A. Bernardi, Cekirri, Liverani.
All.: Massimo Campo

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Sartori, Lessi, Bossa, L. Rossi (33’ st Innocenti); Bezzi, Serafini (24’ st Semeraro); Dormi, Domeniconi, M. Bernardi (21’ st Della Valle); Badalassi.
A disp.: Russo, Brolli, Nucci, Sacco.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Avoni
Assistenti: Giorgini – Giannotti
Ammoniti: Maiani, Ferrari (FI); Serafini, M. Bernardi, L. Rossi, Domeniconi, Badalassi, Semeraro (FO).

MONTECCHIO – Una parabola perfetta, un volo di 25 metri e la palla termina la sua corsa nel bersaglio da tutti ambito: con un eurogol Umberto Semeraro trascina la Folgore al secondo successo consecutivo e la mantiene al secondo posto nel Q1. Contro il Fiorentino la gara è spettacolare: se il primo tempo registra solo il gol di Luca Bezzi, la ripresa è ben più scoppiettante, visto che Pratelli e Massimiliano Pratelli e Simone Rossi ribaltano il punteggio, Lorenzo Dormi riporta la parità e poi, a dieci secondi dal termine, Umberto Semeraro fa festeggiare i tifosi giallorossoneri.

SECONDO POSTO Il penultimo impegno della seconda fase di campionato è potenzialmente decisivo per assegnare la seconda posizione, raggiunta dalla Folgore la scorsa settimana. Il testa a testa con il Tre Fiori rende necessario il bottino pieno contro un Fiorentino che, d’altra parte, deve ancora qualificarsi ai playoff. Basta meno di un quarto d’ora a Bezzi per trovare, complice anche una leggera deviazione, l’angolino e battere Bianchi. La gara si incanala nei giusti binari e i rossoblù fanno fatica a trovare le contromosse, perché l’azione di Jaupi che porta al tiro di Rossi è l’unico vero pericolo per Venturini. Bezzi e compagni perciò possono amministrare senza problemi, ma durante l’intervallo qualcosa va storto: la squadra di Campo comincia la ripresa molto forte e ribalta la situazione. Prima Pratelli da due passi trasforma l’angolo di Musta nella palla del pareggio, poi Jaupi, dopo averci provato di persona due volte, serve a Rossi un assist che l’ex Libertas manda in rete con un diagonale. Il doppio colpo serve alla Folgore per riscuotersi e non lasciare andare una partita del genere. I cambi sono efficaci e il neo entrato Della Valle si vede negare il gol da un grande riflesso di Luca Bianchi. Il nuovo pareggio comunque arriva poco dopo, quando Dormi, con un destro micidiale, rende il finale più incerto che mai. Da qui alla fine è un monologo giallorossonero, con il Fiorentino che si accontenta del punto e con Badalassi in cerca di un posto nel tabellino. Ci pensa un altro subentrato, Umberto Semeraro, a decidere le sorti dell’incontro, calciando a tempo quasi scaduto dalla distanza, il portiere avversario è sorpreso e non può nulla per evitare una sconfitta che potrebbe costare caro ai suoi. La Folgore invece esce vittoriosa dopo 90 e più minuti emozionanti e va alla pausa con la consapevolezza che, per ottenere i risultati, bisogna crederci fino alla fine.

14’ g campionato, Cosmos 0 – 8 Folgore

COSMOS – FOLGORE 0-8 (0-6)
Marcatori: 2’ pt, 3’ pt, 7’ pt, 16’ st Bernardi, 4’ pt Gennari, 20’ pt Zamboni, 22’ pt, 2’ st Giorgini

COSMOS: Mar. Zafferani, Moretti, Mat. Zafferani, Konovalenkov, Gasperoni.
A disp.: Lisi, Matteini, Callini, Gabrielli.
All.: Dante Canducci

FOLGORE: Bizzocchi, Zanchi, Contato, Bernardi, Gennari.
A disp.: Ottaviani, Conti, Allasia, Tassitano, Giorgini, Menghini, Zamboni.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Ilie
Assistente: Zanotti

DOGANA – Tre giorni dopo aver rifilato un netto 5-0 alla Virtus, la Folgore si ripete e ottiene un’altra vittoria mantenendo la propria porta inviolata: l’eloquente 8-0 sul Cosmos certifica l’ottimo stato di forma dei giallorossoneri. La chiusura della fase ad intergirone incorona il quintetto di Falciano: sette vittorie su sette, che significano un bottino di 21 punti, esattamente come il Fiorentino capolista. L’en plein porta in dote un vantaggio ragguardevole sulla quarta (+11) e la qualificazione alla fase finale si avvicina sempre più.

L’equilibrio iniziale del derby di Serravalle regge per poco più di sessanta secondi, poi Massimiliano Bernardi si scatena con una tripletta: tiro da fuori area, elegante giocata che mette a sedere Zafferani e semplice tap in da pochi passi. Anche Alessandro Gennari mette lo zampino in questo inizio fulminante e così dopo 7 minuti il confronto è virtualmente chiuso. Il Cosmos viene messo fuori gioco e Bizzocchi non è mai chiamato agli straordinari. Mister Traviglia può perciò far ruotare i giocatori a disposizione e concedere minuti a tutti. Il divario si amplia e Federico Zamboni e Nicola Giorgini portano le squadre al riposo sul 6-0. Il punteggio tennistico viene ulteriormente ritoccato dalla doppietta di Giorgini e dal poker personale del capocannoniere del campionato Bernardi.

Lunedì prossimo comincia il girone di ritorno che sancirà le tre squadre qualificate ai playoff. Se la Folgore riuscirà a giocare con la scioltezza mostrata questa sera le avversarie avranno di che preoccuparsi.

13′ g campionato, Folgore 5 – 0 Virtus

FOLGORE – VIRTUS 5-0 (3-0)
Marcatori: 4′ pt Mainardi, 15′ pt, 17′ st Zamboni, 30′ pt Giorgini, 19′ st Allasia

Folgore: Ottaviani, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Contato, Tassitano, Gennari, Bernardi, Giorgini, Bizzocchi, Zanchi, Menghini, Zamboni.
All.: Fabio Traviglia

VIRTUS: J. Burgagni, Comacchio, Bianchi, Selva, Francioni, Rossini, Morganti, Giardi, Giacobbi, A. Burgagni, Muraro, Toccaceli, Tamagnini, Semprini.
All.: Davide Ghiotti

Arbitro: Zanotti
Assistente: Notarpietro
Ammonito: Gennari (F).

DOGANA – La ripresa del campionato, dopo la parentesi della Futsal Cup, conferma il buon momento della Folgore, che supera la Virtus con un eloquente 5-0 e si conferma seconda forza del girone A di campionato. Contro la squadra di Acquaviva i ragazzi di Fabio Traviglia scendono in campo concentrati e, grazie ad un primo tempo di spessore, indirizzano la gara nella giusta direzione, per poi mettere al sicuro la vittoria nella ripresa. Giacomo Mainardi sblocca subito lo 0-0 mentre dopo un quarto d’ora Federico Zamboni si rende protagonista di una bella giocata che vale il raddoppio. La supremazia della società di Serravalle nel corso dei primi 30 minuti viene confermata dal tris ad opera di Nicola Giorgini, che allo scadere della frazione scava un solco già importante. I neroverdi si vedono maggiormente nel corso della ripresa, durante la quale cercano di rientrare in partita ma senza ottenere risultati concreti. I giallorossoneri sono invece più incisivi: Zamboni segna la doppietta personale contro la sua ex squadra e la condanna così al sesto ko stagionale. Il tap in di Edoardo Allasia, appostato sul secondo palo, chiude il sipario su un match che incorona la Folgore e le permette di compiere un altro piccolo passo verso i playoff.

Conquistati altri tre punti, però, è già ora di pensare al prossimo impegno. Il calendario infatti prevede un programma serrato di gare: si scende di nuovo in campo giovedì sera per l’ultima giornata della fase ad intergirone. La Folgore è attesa dal derby contro il Cosmos, che si giocherà a Dogana alle 21:45.

12’ g seconda fase di campionato, Folgore 3 – 2 Tre Fiori

FOLGORE – TRE FIORI 3-2 (1-0)
Marcatori: 1’ pt, 27’ st Domeniconi, 12’ st Apezteguia, 31’ st rig. Compagno, 41’ st Badalassi

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Sacco (38’ st Dormi), Bezzi; Semeraro (15’ st Serafini), Domeniconi, Bernardi (43’ st Lessi); Badalassi.
A disp.: Russo, Rossi, A. Della Valle, Innocenti.
All.: Oscar Lasagni

TRE FIORI (4-3-3):
Simoncini; Bologna, M. Castro, Lusini, N. Della Valle (29’ st Vassallo); Tamagnini, N. Castro, Pestrin; Apezteguia, Massaro (35’ st Giardi), Compagno.
A disp.: Battistini, Zannoni, Muccioli, De Angelis, Marconi.
All.: Matteo Cecchetti

Arbitro: Ascari
Assistenti: Mineo – Calapai
Quarto ufficiale: Tura
Ammoniti: Bernardi, Brolli, Sacco (F); N. Della Valle, Apezteguia (TF).
Angoli: 2-3
Recupero: 0’ pt, 4’ st

MONTECCHIO – Cuore, grinta e determinazione alla lunga portano i frutti e aiutano a superare le difficoltà. Il Tre Fiori esalta queste caratteristiche della Folgore, che nella seconda fase di campionato fa due su due contro il club di Fiorentino e lo aggancia al secondo posto ma con gli scontri diretti nettamente a favore. Non sono sufficienti due lampi di Marco Domeniconi, perché Joel Apezteguia e Andrea Compagno su rigore riportano due volte la parità e allora ecco l’incornata di Imre Badalassi a lasciare a bocca asciutta gli avversari.

COME ALL’ANDATA A meno di due mesi di distanza, si ripropone il confronto diretto tra due delle protagoniste del Q1, decisivo per assegnare la seconda posizione a tre gare dal termine. Si riparte dal netto 3-0 dell’andata firmato Dormi, Bernardi, Badalassi e, come all’andata, i giallorossoneri tirano fuori il meglio di loro, sfoderando un’altra convincente prestazione. Pronti via e una galoppata di Andrea Nucci sulla sinistra favorisce l’inserimento di Marco Domeniconi, che si coordina al meglio e di prima batte Simoncini alla propria destra con una rasoiata a fil di palo. La rete subita toglie il fiato ad un Tre Fiori che non si aspettava un inizio del genere, il capitano approfitta quindi della situazione per mettersi in evidenza e dispensare assist, come quello che potrebbe favorire il raddoppio di Marco Bernardi. Il colpo di testa di Compagno e la conclusione di Apezteguia fuori misura sono le uniche azioni che la squadra di Cecchetti crea fino al 43’, quando Ascari annulla per fuorigioco la rete di Matias Castro su punizione. L’episodio non convince i sostenitori gialloblù ma Venturini viene coperto, vede il pallone solo all’ultimo e non può intervenire.

TENACIA La ripresa porta in dote gol ed emozioni in quantità decisamente maggiore. Si comincia con il tap in di Apezteguia che al 12’ insacca dal cuore dell’area e per la Folgore è tutto da rifare. Domeniconi, in versione uomo partita, risponde presente e realizza un’importante doppietta: superati i pericoli rappresentanti dal palo di Della Valle e dalla punizione di Massaro, il numero 8 raccoglie una ribattuta sul cross di Sartori e inquadra la porta, cogliendo di sorpresa Aldo Simoncini. Ancora una volta però, il vantaggio è di breve durata, dato che Venturini interviene in ritardo e atterra in area Massaro; inevitabile il penalty, che Compagno trasforma. Il secondo pareggio subito stenderebbe molti ma non la Folgore, perché una mentalità da grandi spinge i ragazzi di Lasagni verso la meta. E così dai piedi di Domeniconi parte il cross al bacio per la capocciata di Badalassi che vale tre punti e l’aggancio al secondo posto.

5′ g Futsal Cup, Tre Fiori 2 – 3 Folgore

TRE FIORI – FOLGORE 2-3 (0-1)
Marcatori: 12′ pt Giorgini, 7′ st Bernardi, 13′ st Michelotti, 14′ st Bugli, 30′ st Zanchi

TRE FIORI: Lonfernini, Macina, Longoni, Santi, Bugli, M. Gennari, Stolfi, Manzaroli, Michelotti, Agostini, Casadei.
All.: Massimiliano Spada

FOLGORE: Ottaviani, Zanchi, Bernardi, Contato, A. Gennari, Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Tassitano, Giorgini, Bizzocchi, Zamboni.
All.: Fabio Traviglia

Arbitro: D’Adamo
Assistente: Ercolani
Ammoniti: Bugli, Stolfi, Santi, Michelotti (TF).

DOGANA – Dopo Faetano e Virtus, ora il Tre Fiori: si allunga la lista delle vittime della Folgore. Nella quinta giornata di Futsal Cup i giallorossoneri, raggiunti dopo essere stati per un quarto d’ora in doppio vantaggio, ottengono allo scadere tre punti preziosi grazie alle reti di Nicola Giorgini, Massimiliano Bernardi e Alberto Zanchi.
L’incontro con la squadra di Fiorentino rappresenta un bivio per Ottaviani e compagni, in quanto, con sole altre due partite da disputare, il margine di errore si è ridotto sensibilmente. Una vittoria darebbe una relativa sicurezza, ma anche un pareggio verrebbe accolto bene, visto il calibro degli avversari. Come sempre, i ragazzi di Fabio Traviglia non si risparmiano e mettono in campo la grinta che contraddistingue questo giovane gruppo. L’incontro, come prevedibile, è tirato e dal pronostico non semplice; di Giorgini  è l’unico acuto del primo tempo, Bernardi sigla il raddoppio e Zanchi diventa l’uomo partita dopo che Michelotti e Bugli, nel giro di appena un minuto, avevano messo in seria discussione il risultato.
Il terzo successo di fila permette alla Folgore di vedere da vicino i playoff, visto che sale a più quattro su Domagnano e Pennarossa, prossime avversarie in Coppa: per andare avanti saranno sufficienti due pareggi oppure una vittoria.

11’ g seconda fase di campionato, Folgore 0 – 0 Murata

MURATA – FOLGORE 0-0

MURATA (3-5-2):

Renzetti; Ortibaldi, Albani, Diedhiou; Muggeo, Cocco, Fall, Neri (40’ st T. Cavalli), Nanni (12’ st Cecchetti); Pieri, Sosa (23’ st Di Filippo).

A disp.: Meroi Gennari, Venerucci, Gomez Lopez, N. Cavalli.

All.: Massimo Gori

FOLGORE (4-3-1-2):

Venturini; Sartori, Lessi, Brolli, Bossa, Rossi; Bezzi, Domeniconi, Sacco (30’ st Bernardi); Serafini (39’ st Semeraro); Dormi, Badalassi (35’ st Innocenti).

A disp.: Russo, Bossa, Sabbadini, Venerucci.

All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Ceccarelli

Assistenti: Morisco – Clementi

Ammoniti: Albani, Ortibaldi (M).

MONTECCHIO – Come all’andata così al ritorno: Folgore e Murata non si fanno male e muovono entrambe la classifica. Lo 0-0 conferma la terza posizione per l’undici di Falciano, ora atteso dallo scontro diretto contro il Tre Fiori che potrebbe decidere il secondo posto.

CONTINUITÀ I giallorossoneri si lasciano preferire per il gioco più concreto e pericoloso, che porta alle grosse chance per Domeniconi e, soprattutto, per Badalassi, due volte vicinissimo al vantaggio. A quasi cinquanta giorni di distanza il copione è il medesimo e vede Bezzi e compagni cercare con insistenza il gol, mentre i bianconeri sono occupati a difendersi. I minuti passano e nemmeno i cambi riescono a determinare quella serie esatta di elementi necessaria per sbloccare il match. Tutto sommato al Murata può stare bene così, visto che muove la classifica e resta dentro la zona playoff. Non pensa lo stesso invece la Folgore, che non approfitta del pareggio dei rivali di Fiorentino e deve recriminare per aver raccolto solo due punti contro la squadra di Gori, quando avrebbe potuto raccogliere molto di più.

10’ g seconda fase di campionato, Folgore 1 – 0 Pennarossa

FOLGORE – PENNAROSSA 1-0 (1-0)
Marcatore: 11’ pt Badalassi

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Rossi, Lessi, Bossa, Nucci; Sacco (33’ st Serafini), Bezzi; Dormi (21’ st Sartori), Domeniconi, Venerucci (13’ st Della Valle); Badalassi.
A disp.: Russo, Brolli, Semeraro, Innocenti.
All.: Oscar Lasagni

PENNAROSSA (4-3-1-2):
Ugolini; Martin, Fratta, Conti, Maccagno; Adami, Colagiovanni, Celli (1’ st Ciacci); Partisani (24’ st Podeschi); Bahiano, Vultaggio (34’ st Baizan).
A disp.: Giuliani, Giannoni, Bindi, Raffelli.
All.: Denis Guerra

Arbitro: Cenci
Assistenti: Cristiano – Calapai
Ammoniti: Badalassi, Nucci (F); Celli, Martin, Vultaggio (P).
Angoli: 2-1
Recupero: 1’ pt, 4’ st
Note: Ugolini para a Dormi un calcio di rigore al 12′ st

ACQUAVIVA – L’incornata di Imre Badalassi spinge la Folgore alla conquista della seconda vittoria consecutiva: i risultati degli altri incontri sono favorevoli e permettono l’allungo su tutte le inseguitrici. Ora la squadra di Oscar Lasagni è terza nel Q1, con quattro punti sul Fiorentino quarto a quattro partite dal termine della seconda fase. Il successo di misura sul Pennarossa nasce all’alba del match e viene messo in cassaforte con una bella prestazione corale. Nonostante il rigore fallito nella ripresa, che avrebbe potuto dare maggiore sicurezza ed evitare qualche apprensione nel finale.

RIVINCITA La classifica è molto corta e la logica conseguenza è l’alto valore dei punti in palio. La voglia di riscattare l’1-3 dell’andata costituisce un’ulteriore spinta per non lasciare nulla di intentato. Ne è una conferma la punizione di Nucci che trova la testa di Badalassi, abile a punire l’uscita non impeccabile di Ugolini. A questo punto l’undici di Chiesanuova si scuote e mette in discussione il punteggio con Bahiano e Conti; il diagonale insidioso di quest’ultimo impegna particolarmente Venturini, che con un gran tuffo devia in corner. Quando la Folgore spinge è comunque sempre in grado di creare pericoli e così Badalassi ci prova con una spettacolare rovesciata e poi, ad inizio ripresa, guadagna un rigore per una spinta ai suoi danni. Lorenzo Dormi però si vede parata in due tempi la sua esecuzione e quindi il punteggio resta ancora in bilico. I biancorossi hanno la palla del pareggio a metà secondo tempo con Vultaggio, il palo dà una mano a Nucci e compagni, che da lì alla fine rischiano poco o nulla.

PLAYOFF VICINI La giornata volge decisamente a favore del club di Falciano, che compie un deciso passo in avanti verso i playoff. Il vantaggio sulle inseguitrici è ora rassicurante, ma sarà necessario proseguire su questa strada anche sabato prossimo contro il Murata per non disperderlo.

3’ g Futsal Cup, Faetano 1 – 18 Folgore

FAETANO – FOLGORE 1-18 (0-12)

Marcatori: 1’ pt Zanchi, 3’ pt Contato, 7’ pt Gennari, 10’pt, 11’ pt, 14’ pt, 26’ pt, 6’ st Bernardi, 18’ pt, 19’ pt, 21’ pt, 28’ pt, 24’ st, 25’ st Giorgini, 22’ pt Zamboni, 4’ st, 6’ st Conti, 22’ st Allasia, 23’ st Moroni

FAETANO: Serafini, Bartolini, Bacciocchi, Moroni, Jeannin.

A disp.: Urbano, Fellini, Guidi, Masi, Esposito.

All.: Davide Gualtieri

FOLGORE: Ottaviani, Zanchi, Bernardi, Contato, Gennari.

A disp.: Conti, Allasia, Mainardi, Pelliccioni, Tassitano, Giorgini, Bizzocchi, Menghini, Zamboni.

All.: Fabio Traviglia

Arbitro: Ilie

Assistente: Piccoli

Ammoniti: Bacciocchi (FA); Bernardi (FO).

DOGANA – 18-1, è tutto vero! La Folgore sfodera una grande prestazione contro il Faetano e rientra prepotentemente in corsa nella Futsal Cup. L’inequivocabile vittoria porta i primi punti in coppa alla squadra allenata da Fabio Traviglia, che recupera terreno sulle avversarie e ora si accinge ad affrontare le restanti quattro giornate, decisive per ottenere uno dei tre posti per i playoff.

Si intuisce fin da subito che i valori in campo non sono i medesimi, visto che alla prima azione il punteggio si sblocca e in un quarto d’ora il solco diventa pressoché incolmabile. L’ottimo inizio attenua il ricordo della pesante sconfitta di sette giorni fa contro il Fiorentino e dà la carica a tutti i 14 a disposizione, che si alternano in campo e non sono mai paghi. Finisce dunque 18-1: sugli scudi Nicola Giorgini e Massimiliano Bernardi, autori rispettivamente di sei e cinque marcature, doppietta per Riccardo Conti e reti di Alberto Zanchi, Andrea Contato, Alessandro Gennari, Federico Zamboni ed Edoardo Allasia. Marco Moroni sfrutta una disattenzione per dare ai gialloblù la platonica soddisfazione del gol della bandiera.

Al di là del risultato, quello che più conta sono la vittoria e i tre punti annessi. Non era impossibile prevedere il successo contro un avversario in difficoltà ma la risposta dei ragazzi è giunta decisa e chiara. Ora non resta che giocare con la stessa intensità anche contro la Virtus lunedì prossimo.

9’ g seconda fase di campionato, Libertas 0 – 1 Folgore

LIBERTAS – FOLGORE 0-1 (0-1)
Marcatori: 30’ pt Sacco

LIBERTAS (4-3-3):
Zavoli; Ma. Battistini, Simoncini, Pesaresi, Mi. Battistini; Gaiani (38’ st Vicent), De Vita, Golinucci; Gravina (16’ st Paganelli), Morelli, Mariotti (28’ st Aissaoui).
A disp.: Alvarez, Stacchini, Paganelli, Nacanibou.
All.: Fiorenzo Metalli

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Rossi (37’ Altissimi), Brolli, Bossa, Nucci; Sacco, Bezzi; Dormi (30’ st Lessi), Serafini, Semeraro (22’ st Venerucci); Bernardi.
A disp.: Raschi, Sabbadini, Badalassi, Innocenti.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Ucini
Assistenti: Gallo – Guidi
Ammoniti: Morelli, Battistini, Golinucci, De Vita (L); Nucci, Bernardi (F).
Espulso: Bernardi al 20’ st per doppia ammonizione
Angoli: 2-3
Recupero: 0’ pt, 6’ st

MONTECCHIO – Prima il problema accusato da Badalassi durante il riscaldamento, poi l’espulsione di Bernardi a mezzora scarsa dal termine e infine l’infortunio di Altissimi in pieno recupero che costringe la Folgore a chiudere in nove uomini. Nonostante tutto ciò, la squadra di Falciano getta il cuore oltre l’ostacolo e questa volta i risultati si vedono: la Libertas cede 1-0, sbattendo contro la tenacia di Nucci e compagni.

TERZA VITTORIA Il gol di Stefano Sacco, bravissimo a rubare palla a Pesaresi e a superare Zavoli con un preciso diagonale, dà quei tre punti che contro la Fiorita erano stati soltanto pregustati. Questa volta il vantaggio regge e così ora Oscar Lasagni può godersi il bel passo in avanti in classifica rappresentato dal terzo posto nel Q1. I granata si vedono soprattutto quando il parziale è ancora quello di partenza, poi, una volta commessa la leggerezza fatale, non danno mai l’impressione di poter mettere in discussione il punteggio. Venturini viene chiamato poco in causa e ancora meno per interventi decisivi. Alle assenze legate ad un’infermeria piena vanno aggiunte quelle dello squalificato Domeniconi e di Badalassi, che accusa un problema durante il riscaldamento e per precauzione si siede in panchina. La situazione peggiora ulteriormente quando Marco Bernardi, nel tentativo di ribattere a rete un maldestro rinvio di Zavoli, cade a terra in area. Per Ucini non ci sono dubbi: l’attaccante, già ammonito, è meritevole del secondo giallo per aver simulato. L’inferiorità numerica ovviamente pesa ma meno di quanto ci si possa aspettare, perché i giallorossoneri si difendono compatti e i granata sbattono contro questo muro. A complicare il tutto, in pieno recupero una ripartenza termina con l’infortunio al ginocchio di Pier Giorgio Altissimi, che è costretto a lasciare il terreno di gioco, rendendo così ancora più drammatici i minuti finali, prima del lieto fine.

ORGOGLIO La vittoria è meritata e, per certi versi, può favorire una svolta, perché, in mezzo a tutte le difficoltà, il gruppo si è compattato e tutti hanno dato il loro meglio, venendo oltretutto premiati dai risultati. Ora restano cinque giornate prima dei playoff, cinque finali decisive per determinare le posizioni di accesso alla fase finale: si comincia domenica prossima contro il Pennarossa