S.S. Folgore Calcio

Andata turno preliminare di Europa League, UE Engordany 2 – 1 Folgore

S.S. Folgore Calcio > Risultati > Andata turno preliminare di Europa League, UE Engordany 2 – 1 Folgore

Andata turno preliminare di Europa League, UE Engordany 2 – 1 Folgore

ENGORDANY – FOLGORE 2-1 (1-0)
Marcatori: 38′ pt Cellay, 27′ st Semeraro, 41′ st Miguel Ruiz

ENGORDANY (4-4-2):
Coca; Ruiz, Cellay, Brito, Wagner; Rodriguez, Pousa, Spano, Gomez; Tourè, San Nicolas (38′ st Figliamonte Layera).
A disp.: Robi, Peppe, Guida, Bouharma, Serra, Varela, .
All.: Josè Luis Mengual Prades

FOLGORE (4-2-3-1):
Giannelli; Sartori, Muccini, Marini, Sottile; Sacco, Bezzi; Nucci, Dormi (20′ st Semeraro), Lago (30′ st Bernardi); Badalassi (39′ st Bianchi).
A disp.: Temeroli, Aluigi, Gravina, Iuzzolino.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Kàri Jòannesarson À Høvdanum (FRO)
Assistenti: Jan Hermansen (FRO) – Jørleif Djurhuus (FRO)
Quarto ufficiale: Eiler Rasmussen (FRO)
Angoli: 9-4
Ammoniti: Coca, Miguel Ruiz, Tourè (E), Nucci (F).

ESTADI COMUNAL (ANDORRA LA VELLA) – La tentazione di dire che è un risultato non del tutto soddisfacente c’è, non si può negarlo. Sarebbe però ingeneroso nei confronti dei ragazzi che si sono sacrificati nelle ultime settimane e del loro allenatore Oscar Lasagni, capace di renderli un gruppo affiatato, equilibrato e competitivo. Il 2-1 che matura all’Estadio Comunal della capitale andorrana non rende pienamente conto della prestazione degli ospiti, in grado di fare la partita per larghi tratti e di andare vicini al vantaggio in almeno una circostanza con Lorenzo Dormi. Il classico episodio che indirizza la gara arriva al termine di un primo tempo condizionato da una pioggia incessante. Tutto nasce da un fallo di Nicola Marini, che si aiuta con il braccio per difendersi dal pressing di Tourè, in modo falloso secondo Høvdanum e così dalla conseguente punizione di Gomez Cellay cambia il destino del confronto con un’incornata letale per Giannelli. Queste gare sono frutto della preparazione di settimane, per cui non può essere un singolo evento a rovinare tutto e infatti la ripresa vede ancora una volta gli ospiti molto attivi sulla trequarti. Lasagni indovina il cambio e fa entrare Umberto Semeraro, che impiega appena sei minuti per lasciare una firma indelebile. Tutto nasce sugli sviluppi di un corner di Sartori, il neo entrato colpisce perfettamente di collo pieno il pallone che trafigge Coca e manda in paradiso i giallorossoneri. Almeno un gol in trasferta era una delle condizioni necessarie ma non sufficienti per giocarsi la qualificazione a Forlì secondo il pensiero del mister, condiviso anche dai giocatori, ai quali l’1-1 va benissimo visto che costringerebbe gli andorrani a fare la partita nella gara di ritorno. La grinta per il pareggio lascia spazio negli ultimi minuti all’arrembaggio dell’Engordany, che deve però confrontarsi con muro solido. Se le offensive vengono tutte prontamente respinte, è invece un pallone apparentemente meno pericoloso a risultare letale, perché Miguel Ruiz colpisce di testa e, probabilmente con una buona dose di fortuna, trova la traiettoria che inganna Giannelli e, ancora una volta, punisce oltremodo una Folgore generosa. Da una parte il ko impone ovviamente una vittoria nel ritorno, dall’altra però il gol segnato potrebbe fare la differenza, quella differenza necessaria per fissare nella storia i tanti sacrifici fatti. Un fatto è certo: si deciderà tutto tra sette giorni.