S.S. Folgore Calcio

Andata semifinali di Coppa Titano, Tre Penne 0 – 0 Folgore

S.S. Folgore Calcio > Risultati > Andata semifinali di Coppa Titano, Tre Penne 0 – 0 Folgore

Andata semifinali di Coppa Titano, Tre Penne 0 – 0 Folgore

TRE PENNE – FOLGORE 0-0

TRE PENNE (4-2-3-1):
Migani; Cesarini, Fraternali, Genestreti, Merendino; Patregnani, Gai; Palazzi, Cibelli (33’ st Chiaruzzi), Ceccaroli; Angelini.
A disp.: Lanzoni, A. Rossi, Calzolari, Marigliano, Santini, Zafferani.
All.: Stefano Ceci

FOLGORE (4-3-1-2):
Venrturini; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Sacco, Serafini (19’ st L. Rossi); Domeniconi; Semeraro (25’ st Dormi); Badalassi (48’ st Innocenti).
A disp.: Russo, Lessi, Sabbadini, Della Valle.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Avoni
Assistenti: Tuttifrutti – Ilie
Quarto ufficiale: Ascari
Ammoniti: Ceccaroli, Cesarini (TP); Domeniconi, Badalassi, Nucci (F).
Angoli: 6-2
Recupero: 0’ pt, 4’ pt

ACQUAVIVA – Finisce senza reti il primo atto tra Folgore e Tre Penne: il verdetto che farà conoscere il nome della finalista di Coppa Titano viene rimandato al ritorno. Un esito prevedibile dato che tutte e due hanno l’intenzione di arrivare fino in fondo e i mezzi per farlo.

GARA ATTESA Giallorossoneri e biancazzurri condividono, in Coppa come in campionato, lo stesso sentiero che il destino ha fatto loro imboccare, ma non necessariamente luminoso per ambedue. Dell’unico precedente stagionale si ricorderà la vittoria a tavolino per il mancato rispetto della regola dei sammarinesi in campo da parte della squadra di Città. Come in quel pomeriggio di inizio anno, la gara si gioca sul filo dell’equilibrio: senza contare una squalifica per parte – Marco Bernardi e Raul Ura – entrambe le contendenti possono fare affidamento praticamente su tutti gli effettivi a disposizione. Si respira fin dai primi secondi il clima playoff, con la tensione per il valore intrinseco del match che si può percepire anche dagli spalti. La squadra di Ceci parte più forte e con un deciso pressing offensivo provoca alcuni errori ai quali rimedia un attento Venturini. La Folgore gioca una partita sulla difensiva, chiude bene gli spazi e disinnesca tutte le iniziative avversarie. Sul fronte offensivo, invece, Badalassi viene valutato in fuorigioco su un pericoloso diagonale, poi guadagna una punizione ottima per Sartori, che sfiora l’incrocio.

PAREGGIO Il leggero predominio del Tre Penne si risolve in un salvataggio sulla traversa di Venturini sul tentativo di Gai e in altri due interventi decisivi del portiere su Palazzi e Ceccaroli. Lo 0-0 non si sblocca nemmeno quando Badalassi va in rete, perché viene valutato in fuorigioco nel momento dell’assist di Dormi; il pareggio in fin dei conti sta bene a tutti, anche perché così si può ripartire senza fare troppi calcoli. Se però Bernardi tornerà a disposizione dopo lo stop, le squalifiche di Badalassi e Nucci, ammoniti in stato di diffida, saranno pesanti: servirà la miglior Folgore per andare avanti e imboccare il sentiero luminoso.

 

Interviste post partita