S.S. Folgore Calcio

Andata ottavi Coppa Titano 2018/19, Domagnano – Folgore 0-1

S.S. Folgore Calcio > Risultati > Andata ottavi Coppa Titano 2018/19, Domagnano – Folgore 0-1

Andata ottavi Coppa Titano 2018/19, Domagnano – Folgore 0-1

DOMAGNANO – FOLGORE 1-0
Marcatori: 17’ pt rig. Sartori

DOMAGNANO (4-4-2):
Arena; Dolcini, An. Faetanini (13’ st L. Ceccaroli), Tamburini, Ferrari; G. Rossi, P. Rossi, Battistini, Burioni (23’ st Buscarini); Lago (36’ st A. Venerucci), Angelini.
A disp.: Muraccini, Al. Faetanini, Gualandi, Valentini.
All.: Protti

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Sacco; N. Venerucci (7’ st Casadei), Basile, Bernardi (29’ st Innocenti); Badalassi (41’ st Della Valle).
A disp.: Raschi, Domeniconi, Innocenti, Perrino, Sabbadini.
All.: Lasagni

Arbitro: Mei
Assistenti: Mineo – Morisco
Ammoniti: Battistini (D); Sartori, Badalassi, Basile (F).

MONTECCHIO – Comincia bene per la Folgore il percorso in Coppa Titano, al via questa sera con una formula rinnovata che dovrebbe rendere ancora più importanti le sfide. Da quest’anno infatti si giocano solo partite ad eliminazione diretta, con turni di andata e ritorno a partire dagli ottavi, con l’unica eccezione della Fiorita campione in carica che entra nei quarti. Il primo atto degli ottavi nell’anticipo del martedì, dunque, sorride alla squadra di Falciano: un rigore di Sartori condanna il Domagnano alla sconfitta di misura.

RISCATTO Contro i giallorossi la priorità è quella di riprendere il percorso interrotto sabato scorso il Tre Fiori e la risposta sul campo è efficace: basta poco più di un quarto d’ora per sbloccare il parziale di partenza con un rigore trasformato da Francesco Sartori. L’undici titolare si discosta dall’ultima partita solo per la presenza di Nicolò Venerucci al posto di un acciaccato Antonio Gravina e protegge bene il minimo vantaggio, che, avvicinandosi al triplice fischio, diventa sempre più prezioso. Sartori, Badalassi e Basile finiscono nell’elenco degli ammoniti, ma la cosa più importante è che il successo costringe i giallorossi a dover ribaltare l’esito tra due settimane e contemporaneamente permette a Nucci e compagni di giocare con più serenità, sapendo di avere due risultati su tre.