S.S. Folgore Calcio

9’ g seconda fase di campionato, Libertas 0 – 1 Folgore

S.S. Folgore Calcio > Risultati > 9’ g seconda fase di campionato, Libertas 0 – 1 Folgore

9’ g seconda fase di campionato, Libertas 0 – 1 Folgore

LIBERTAS – FOLGORE 0-1 (0-1)
Marcatori: 30’ pt Sacco

LIBERTAS (4-3-3):
Zavoli; Ma. Battistini, Simoncini, Pesaresi, Mi. Battistini; Gaiani (38’ st Vicent), De Vita, Golinucci; Gravina (16’ st Paganelli), Morelli, Mariotti (28’ st Aissaoui).
A disp.: Alvarez, Stacchini, Paganelli, Nacanibou.
All.: Fiorenzo Metalli

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Rossi (37’ Altissimi), Brolli, Bossa, Nucci; Sacco, Bezzi; Dormi (30’ st Lessi), Serafini, Semeraro (22’ st Venerucci); Bernardi.
A disp.: Raschi, Sabbadini, Badalassi, Innocenti.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: Ucini
Assistenti: Gallo – Guidi
Ammoniti: Morelli, Battistini, Golinucci, De Vita (L); Nucci, Bernardi (F).
Espulso: Bernardi al 20’ st per doppia ammonizione
Angoli: 2-3
Recupero: 0’ pt, 6’ st

MONTECCHIO – Prima il problema accusato da Badalassi durante il riscaldamento, poi l’espulsione di Bernardi a mezzora scarsa dal termine e infine l’infortunio di Altissimi in pieno recupero che costringe la Folgore a chiudere in nove uomini. Nonostante tutto ciò, la squadra di Falciano getta il cuore oltre l’ostacolo e questa volta i risultati si vedono: la Libertas cede 1-0, sbattendo contro la tenacia di Nucci e compagni.

TERZA VITTORIA Il gol di Stefano Sacco, bravissimo a rubare palla a Pesaresi e a superare Zavoli con un preciso diagonale, dà quei tre punti che contro la Fiorita erano stati soltanto pregustati. Questa volta il vantaggio regge e così ora Oscar Lasagni può godersi il bel passo in avanti in classifica rappresentato dal terzo posto nel Q1. I granata si vedono soprattutto quando il parziale è ancora quello di partenza, poi, una volta commessa la leggerezza fatale, non danno mai l’impressione di poter mettere in discussione il punteggio. Venturini viene chiamato poco in causa e ancora meno per interventi decisivi. Alle assenze legate ad un’infermeria piena vanno aggiunte quelle dello squalificato Domeniconi e di Badalassi, che accusa un problema durante il riscaldamento e per precauzione si siede in panchina. La situazione peggiora ulteriormente quando Marco Bernardi, nel tentativo di ribattere a rete un maldestro rinvio di Zavoli, cade a terra in area. Per Ucini non ci sono dubbi: l’attaccante, già ammonito, è meritevole del secondo giallo per aver simulato. L’inferiorità numerica ovviamente pesa ma meno di quanto ci si possa aspettare, perché i giallorossoneri si difendono compatti e i granata sbattono contro questo muro. A complicare il tutto, in pieno recupero una ripartenza termina con l’infortunio al ginocchio di Pier Giorgio Altissimi, che è costretto a lasciare il terreno di gioco, rendendo così ancora più drammatici i minuti finali, prima del lieto fine.

ORGOGLIO La vittoria è meritata e, per certi versi, può favorire una svolta, perché, in mezzo a tutte le difficoltà, il gruppo si è compattato e tutti hanno dato il loro meglio, venendo oltretutto premiati dai risultati. Ora restano cinque giornate prima dei playoff, cinque finali decisive per determinare le posizioni di accesso alla fase finale: si comincia domenica prossima contro il Pennarossa