S.S. Folgore Calcio

Monthly Archives: gennaio 2019

S.S. Folgore Calcio > 2019 > gennaio

6’ g seconda fase campionato, Folgore 1 – 1 Fiorentino

 

Folgore- Fiorentino (1-1) 1-1

Marcatori: 30’pt Jaupi, 31’ pt Badalassi

 

Folgore (4-3-3):

Venturini; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Serafini (31’st Sacco), Dormi (21’st Berardi); Domeniconi (45’st Semeraro), Bernardi, Badalassi.

A disp.: Raschi, Lessi, Altissimi, Innocenti

All.: Lasagni

 

Fiorentino (4-3-3):

Bianchi; Carlini (31’st Cekirri), Pratelli, Biordi, Maiani; Molinari, Paglialonga, Giangrandi (22’st Camillini); Liverani (20’st Rossi), Musta, Jaupi.

A disp.: Paoloni, Borgagni, Solito

All.: Campo

 

Arbitro: Cenci

Ammoniti: Bossa, Domeniconi (FO), Musta (FI)

Espulso: Bossa al 15’st per doppia ammonizione

Angoli: 9-2

Recupero: 1’ pt, 3’ st

 

DOMAGNANO- La Folgore non va oltre l’1-1 contro il Fiorentino e il risultato ottenuto può lasciare l’amaro in bocca se l’obiettivo principale era quello di dare continuità alla prestigiosa vittoria ottenuta contro il Tre Fiori. Ma il pareggio è nello stesso tempo prezioso visto che i giallorossoneri sono costretti a disputare mezzora in inferiorità numerica.

AVVIO SPRINT La squadra di Lasagni si lascia preferire fin dai primi minuti di gioco relativamente alla mole di azioni pericolose create. Fin dai primi minuti si rendono molto pericolosi Marco Bernardi e Badalassi. Nello specifico, il primo va ad un passo dalla rete già al 9’ minuto, ma la difesa rossoblù salva nei pressi della linea di porta, il secondo chiama in causa Bianchi che salva il risultato.

La Folgore spinge e crea molto in area di rigore: Bossa prova a sbloccare la sfida dopo un’azione insistita con tiro teso, ma l’esito non è quello sperato.

FIORENTINO DECISO Gli avversari sono da temere e lo dimostrano in più occasioni, soprattutto con Paglialonga che è perfetto nella conclusione dalla distanza, ma la difesa giallorossonera devìa in angolo. La pressione dei ragazzi di Massimo Campo viene premiata alla mezzora esatta quando i rossoblù trafiggono la Folgore al termine di un’azione veloce che premia il movimento di Jaupi: l’attaccante numero 10 da posizione ravvicinata spinge la sfera sotto le gambe di Venturini.

PRONTA RISPOSTA La Folgore non arranca e non accusa il colpo: neanche un minuto più tardi la reazione produce immediati frutti e vale l’1-1. L’undici di Falciano non si disunisce e corre alla ricerca del gol del pareggio immediatamente: Badalassi, al termine di un’azione insistita, si conferma rapinatore d’area e spedisce la palla in rete sfruttando l’ampio spazio lasciato scoperto dagli avversari.

INIZIO DI RIPRESA EQUILIBRATA, POI L’ESPULSIONE DI BOSSA Il secondo tempo riprende con gli stessi 22 in campo e a rimanere tale è anche l’equilibrio. L’1-1 non vuole smuoversi ed è Nucci a suonare la carica con un gran destro che obbliga Bianchi alla super parata in angolo. L’undici di Campo inizia il secondo tempo con spirito più remissivo e non va mai al tiro fino al 15’, minuto della svolta. All’ora di gioco esatta, la Folgore rimane in dieci uomini per il doppio giallo comminato dal direttore di gara Cenci a Francesco Bossa (prima ammonizione al 38’ del primo tempo). Il numero 33 è costretto a lasciare il terreno di gioco per via di un intervento falloso a centrocampo. La partita cambia: Lasagni richiama in panchina Dormi e potenzia la difesa con l’innesto di Berardi.

SOFFERENZA E SACRIFICIO Nucci e compagni sono costretti a giocare l’ultima mezzora più recupero in dieci uomini, il compito è difficile, ma i ragazzi di Lasagni mettono in campo sacrificio e passione e anzi, attorno alla mezzora, sfiorano il colpo del 2-1 con Marco Bernardi che si vede respinta, come nel primo tempo, una conclusione nei pressi della linea di porta. Il Fiorentino prova a sfruttare la superiorità numerica e nel primo dei 3 minuti di recupero va ad un passo dal clamoroso 1-2. Al fischio finale è 1-1, ma per come si erano messe le cose, può essere un punto guadagnato.

5’ g seconda fase campionato, Tre Fiori 0 – 3 Folgore

TRE FIORI – FOLGORE 0-3 (0-2)
Marcatori: 13’ pt Dormi, 22’ pt Bernardi, 15’ st Badalassi

TRE FIORI (4-3-3):
Simoncini; Succi, Lusini (25’ st N. Della Valle), Bologna, Miano; Pestrin (34’ Zannoni), Gasperoni, Tamagnini (38’ st Pracucci); Massaro, Compagno, Vassallo.
A disp.: Ceccoli, Muccioli, Acquarelli, De Angelis.
All.: Matteo Cecchetti

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Domeniconi (9’ st Semeraro); Dormi (25’ st Berardi), Serafini (32’ st Altissimi), Bernardi; Badalassi.
A disp.: Raschi, L. Rossi, Innocenti, Sacco.
All.: Oscar Lasagni

Arbitro: De Girolamo
Assistenti: De Girolamo – Ilie
Ammoniti: Succi, Tamagnini, Gasperoni, Bologna (TF); Serafini (F).
Espulso: De Angelis (TF) al 38’pt dalla panchina per proteste.

FIORENTINO – La prima vittoria del nuovo anno giunge in un momento delicato e contro un avversario difficile come il Tre Fiori. Per questo il successo per 3-0 è ancora più importante, perché dà ragione ad Andrea Nucci e compagni, che dopo lo 0-0 della scorsa settimana si riscattano alla grande contro una formazione forte come quella di Fiorentino. Lorenzo Dormi e Marco Bernardi indirizzano la gara nel primo tempo, mentre è il grande ex Imre Badalassi a mettere il sigillo e a condannare i gialloblù.

BIG MATCH In casa Folgore manca lo squalificato Lessi, mentre l’assenza più pesante la deve affrontare Matteo Cecchetti, costretto a fare a meno di Apezteguia, espulso nell’ultima partita disputata. La Folgore, visto il leggero ritardo in classifica, deve osare di più e interpreta bene la gara, rendendosi subito pericolosa. Dopo la punizione non concretizzata da Brolli, Lorenzo Dormi è letale nel coordinarsi e spedire alle spalle di Simoncini un cross dalla sinistra: dopo meno di un quarto d’ora il punteggio sorride all’undici di Falciano. Miano di testa sulla punizione di Pestrin prova a raddrizzare la situazione ma per il Tre Fiori il momento difficile non è alle spalle, perché Sartori su corner trova l’incornata di Marco Bernardi e si materializza così il raddoppio. Subito il raddoppio, nei gialloblù affiora il nervosismo e a farne le spese è Marco De Angelis, il quale protesta dalla panchina e viene allontanato da De Girolamo.

COLPO DELL’EX Venturini risponde presente quando viene chiamato in causa e respinge i tentativi avversari di dimezzare lo svantaggio. La Folgore non allenta comunque la presa e con Nucci e Badalassi si rende molto pericolosa dalle parti di Simoncini. È proprio l’ex di turno a decidere la partita dopo un’ora di gioco, quando, ancora su calcio d’angolo, è ben posizionato sul secondo palo e insacca, senza però esultare per rispetto dei suoi vecchi compagni. L’inerzia è favorevole ai ragazzi di Lasagni e nel finale Altissimi si vede negare il primo gol con la maglia giallorossonera da una bella parata del portiere della Nazionale. Col palo colpito da Compagno il Tre Fiori alza bandiera bianca, incassa uno 0-3 e prolunga la striscia di partite senza vittoria. Per la Folgore invece tre punti meritati che accorciano la classifica e fanno morale.

Umberto Semeraro e Lorenzo Dormi, comincia un nuovo ciclo con la Folgore

Lo 0-0 contro il Murata ha lasciato l’amaro in bocca in Nucci e compagni, che avrebbero potuto ottenere la vittoria, ma una gara all’attacco non è bastata per sbloccare il parziale di partenza. Ne parlano Umberto Semeraro e Lorenzo Dormi, tornati nei giorni scorsi a vestire la maglia giallorossonera dopo l’esperienza estiva della scorsa estate.

“Sono molto contento di essere tornato alla Folgore – esordisce l’ex granata –. Ho voluto fortemente questa squadra e sono voluto tornare, ce l’abbiamo fatta, ringrazio la Libertas per avermi concesso questa opportunità di tornare diciamo a casa. Spero di dare un contributo importante ai compagni. A partire dai magazzinieri fino al presidente sono tutte persone fantastiche: questa estate sono stato molto bene e già non rimanere per tutto l’anno un po’ mi è pesato, però l’importante è tornare a casa quindi sono contento”.

Semeraro torna poi sul pareggio contro i bianconeri: “Abbiamo avuto molta sfortuna sotto porta perché abbiamo concesso poche occasioni all’avversario, noi ci siamo mangiati qualche gol importante per andare in vantaggio però siamo uniti siamo un gran gruppo, si vede e ripartiamo da sabato prossimo (contro il Tre Fiori, ndr).

A cosa può puntare questa formazione? Per me la Folgore se la gioca per vincere il campionato, siamo una squadra forte, lo sappiamo e abbiamo tutte le carte in regola per arrivare in fondo, per arrivare nei traguardi prefissati dalla dirigenza ad inizio anno. Il mio obiettivo personale è arrivare più in alto possibile con questa squadra, che sia Europa League o Champions ma voglio centrare questo obiettivo con i miei compagni”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Lorenzo Dormi, che ha lasciato il Cosmos per abbracciare il progetto della società di Falciano: “La prestazione nostra penso sia stata buonissima perché sono partite difficili, toste da affrontare perché comunque il Murata era schiacciato dietro, forse dovevamo avere più pazienza, però queste sono sempre partite difficili. Peccato perché abbiamo giocato bene e meritavamo di vincere. Il gol era arrivato solamente che me l’hanno annullato – afferma riguardo alla rete non convalidata per fuorigioco nel primo tempo –, secondo me non era da annullare perché ero in posizione regolare”.

Anche Dormi torna all’esperienza già vissuta con la Folgore e spiega cosa lo ha spinto a tornare: “Quel mese che ho fatto in Europa sono stato benissimo, dopo sono andato al Cosmos e le cose non sono andate come dovevano andare e dopo ho deciso di venire qui, sapeva già cosa trovavo e mi trovo benissimo. L’obiettivo è giocare di nuovo in Europa, speriamo in un’altra Europa, quella più importante. Ce la possiamo giocare, la squadra è buona, dipende tutto da noi, le possibilità buone ce le abbiamo”.

Mauro Duca, ad di AC&D Solutions, diventa vice-presidente della Folgore. Tanti i progetti in cantiere

Non solo crescere  sotto il profilo sportivo ma anche curare la propria immagine, avvalendosi in ciò della tecnologia. Con questo intento la Folgore rilancia le proprie ambizioni e mette in atto un rinnovamento a 360 gradi, a partire dal proprio sito internet ma non solo. Tutto questo grazie alla stretta sinergia con AC&D Solutions, che da qualche anno supporta la società di Falciano e che ha in serbo importanti progetti. L’Amministratore Delegato di AC&D Mauro Duca è recentemente entrato nella dirigenza del club sammarinese rivestendo il ruolo di Vice-Presidente. Insieme al Presidente Renato Capellini, sta lavorando con la società per rendere concreti dei progetti sia a breve che a lungo periodo.
Innanzitutto l’azienda si è impegnata ad effettuare un restyling al sito internet della Folgore (www.folgorecalcio.com), per renderlo più accattivante e al passo coi tempi. Sempre in campo informatico-tecnologico si sta lavorando per mettere a punto degli strumenti che consentano di analizzare i dati relativi agli allenamenti e alle partite, come ad esempio i chilometri percorsi oppure l’esecuzione degli schemi. Ovviamente alcuni dati resteranno riservati allo staff tecnico, mentre altri potranno essere pubblicati per condividerli con i propri tifosi.
Anche il marketing e la comunicazione ricoprono in quest’ottica un ruolo chiave per la promozione della Folgore a San Marino e all’estero e anche in questo caso sono previste delle novità che verranno rese note nelle prossime settimane. Per quanto riguarda l’uso dei social, oltre alla pagina Facebook i tifosi potranno conoscere tutte le novità relative alla squadra anche tramite Instagram e Twitter, che a breve verranno ufficialmente lanciate.

4’ g 2’ fase di campionato, Folgore 0 – 0 Murata

FOLGORE – MURATA 0-0

FOLGORE (4-2-3-1):
Venturini; Sartori, Brolli, Lessi, Nucci; Bezzi, Domeniconi (34’ st Berardi); Semeraro (15’ st Serafini), Dormi, Bernardi (28’ st Altissimi); Badalassi.
A disp.: Raschi, Venerucci, Della Valle, Innocenti.
All.: Oscar Lasagni

MURATA (3-5-2):
Renzetti; Ortibaldi, Albani, Diedhiou, Muggeo, Cecchetti, Fall, Neri, T. Cavalli; Sosa, Gomez Lopez (32’ st Pieri).
A disp.: Meroi Gennari, Vagnetti, Venerucci, Di Filippo, N. Cavalli, Nanni.
All.: Massimo Gori

Arbitro: Villa
Assistenti: Calapai – Bernardini
Quarto ufficiale: Ercolani
Ammoniti: Lessi (F); Pieri, Albani (M)
Angoli: 4-5
Recupero: 2’ pt, 4’ st

MONTECCHIO  – Termina senza reti il primo impegno ufficiale della Folgore, che non va oltre lo 0-0 contro il Murata. Un punto stretto per la squadra di Oscar Lasagni, capace di creare diverse palle gol e di spingere gli avversari nella propria metà campo ma non abbastanza incisiva per passare in vantaggio. Ad onor del vero, Lorenzo Dormi si vede annullata per fuorigioco la conclusione vincente nel corso del primo tempo. Nucci e compagni, in vista del big match contro il Tre Fiori di sabato prossimo, si devono quindi accontentare di muovere la classifica.

La prima gara ufficiale del nuovo anno presenta diverse novità tra i giallorossoneri, con Venturini in porta al posto dell’infortunato Bicchiarelli, Lessi in difesa, Semeraro e Dormi sulla trequarti a dare manforte a Badalassi. Con tre punti conquistati nella  seconda fase, frutto di una vittoria e due sconfitte, è molto importante cominciare subito bene e possibilmente cercare di recuperare terreno sulle prime tre del Q1. Anche i bianconeri hanno tre punti all’attivo e si giocano le stesse chance di lottare per un buon piazzamento per i playoff. I due organici sono comunque di diverso valore e il club di Falciano parte con i favori del pronostico. La gara si rivela però più equilibrata del previsto: la Folgore costruisce di più ma il Murata si chiude e punge con le ripartenze. Attorno alla mezzora Lorenzo Dormi, tornato dopo l’esperienza estiva in Europa League, trova il gol su assist di Luca Bezzi, per Villa però si tratta di fuorigioco e la rete viene annullata. Si va così all’intervallo sul risultato di partenza e con i propositi di passare in vantaggio posticipati alla ripresa. Dormi ha un’altra palla gol sulla punizione di Sartori, Renzetti è reattivo e salva sulla linea mandando in corner. Si vede anche il Murata, che, nonostante sembra accontentarsi del pareggio, non rinuncia a spingersi in avanti quando trova un varco, come mostra l’azione che porta al tiro di Gomez Lopez, deviato sulla traversa da Venturini. L’ultimo sussulto è anche il momento forse più favorevole per segnare e arriva nei secondi conclusivi con l’assist di Altissimi per Badalassi, il quale alza troppo la mira e da due passi manda alto.

Andrea Contato carica la Folgore: “Quest’anno possiamo raggiungere grandi obiettivi”

Andrea Contato è un giocatore molto importante per la Folgore futsal. Il giovane, classe 1998, è entrato nel mondo del calcetto dopo una prima parte di carriera nel calcio a 11, ambientandosi subito bene e soprattutto dimostrando un potenziale importante. “Un ottimo inizio di stagione – commenta il laterale -, sono arrivato quest’anno, però penso che comunque il gruppo si sia compattato molto. Questa cosa, oltre a quello che ha fatto il mister, penso che ci abbia aiutato a raggiungere questi risultati molto positivi rispetto a quello che si era fatto l’anno scorso. Cosa è cambiato? La compattezza del gruppo e il fatto che un mister sia riuscito ad influire sul gruppo con le sue idee”, ribadisce Contato.

Oltre all’allenatore Fabio Traviglia, sono risultati decisivi gli innesti di Massimiliano Bernardi, Nicola Giorgini e, appunto, Andrea Contato. Il ventenne però è umile: “Soprattutto Bernardi e Giorgini, non dico che io sia stato decisivo, però ho contribuito alla crescita del gruppo. Sono contento perché ho estrapolato le mie potenzialità per aiutare il gruppo e sono contentissimo, almeno sono riuscito a raggiungere degli obiettivi che con la Folgore a 11 non ero riuscito ad vivere da protagonista.

Ho fatto quattro gol, sono sicuro di poter fare molto di più. Ho bisogno di più sicurezza in me stesso ma ho fatto una buona prima parte di campionato e so che posso fare molto di più nel corso della seconda parte che porta ai playoff. Non mi interessa fare chissà quanti gol, però voglio almeno contribuire a livello di assist, di difesa e a livello complessivo e di riuscire a portare questa squadra alla vittoria di un possibile campionato e di una possibile Coppa”.

La Folgore è andata alla pausa forte del secondo posto nel girone A dietro al Fiorentino e i playoff sono alla portata: “In campionato abbiamo detto la nostra, nessuno se lo aspettava. Avevo già detto l’anno scorso ad alcuni dei miei compagni che sarebbe stato un obiettivo possibile perché a questi livelli basta poco per arrivare a grandi obiettivi e quest’anno sono molto possibili”.

Folgore Futsal, Mirko Sarti annuncia i colpi di mercato

La stagione di futsal è ferma per la pausa invernale e riprenderà in febbraio. Chi invece sta lavorando è Mirko Sarti: il direttore sportivo della Folgore è attivo sul mercato per rinforzare ulteriormente una formazione che finora ha sorpreso tutti. “Non c’è bisogno di stravolgere la squadra – spiega il ds – perché alla fine meglio di così non si poteva fare. Andremo a prendere un portiere (Lorenzo Bizzocchi, proveniente dal Faetano, ndr), perché praticamente abbiamo solo Otta (Mirko Ottaviani, ndr), poi prenderemo Edoardo Menghini, un ragazzo 2003 molto bravo che è nel gruppo e ci sta molto bene, crescerà e in futuro potrà essere un buon giocatore. Siamo anche in trattativa con un pivot, a noi serve davanti uno che dia il cambio a Gennari (Alessandro Gennari, ndr).

Nessuno se le aspettava tutte queste vittorie e poi soprattutto abbiamo un gioco molto evoluto, nel senso che costruiamo molto davanti e perciò è una sorpresa anche per me. Noi pensavamo di fare dei buoni risultati, lottando per i playoff e invece ci siamo dentro. Logicamente la matematica ancora non dice che siamo ai playoff ma siamo molto vicini al traguardo”.

Il 2019 si aprirà con le prime cinque giornate di Futsal Cup, una competizione nuova nella quale tutti partono da zero, motivo per cui è necessario partire subito bene. Per Sarti però la priorità è il campionato: “È inutile nasconderci, il nostro obiettivo è andare ai playoff, terzi, secondi o primi non lo so, ma ripeto il nostro obiettivo adesso è andare ai playoff in campionato. Noi visto che abbiamo dimostrato di essere competitivi in campionato vorremmo andare ai playoff anche in Coppa, ci proviamo. La società non ci ha imposto niente, ci ha chiesto di fare un’ossatura per i prossimi anni e perciò l’obiettivo è andare ai playoff in campionato”.

Quest’anno il Fiorentino a detta di molti è la squadra favorita, perché ha molti giocatori forti ed esperti. La Folgore è invece un’outsider ma si giocherà comunque le proprie carte: “Io credo che potremmo andare molto lontano, vincere non lo so perché c’è una squadra molto forte come il Fiorentino che è stato costruito per vincere. Loro sono costretti a vincere, noi no e questo potrebbe essere un vantaggio nostro. Per il resto siamo contenti, questa è una sorpresa per tutti, dobbiamo continuare su questa strada, in futuro potremmo avere delle grosse soddisfazioni”.