S.S. Folgore Calcio

Daily Archives: 13 maggio 2017

S.S. Folgore Calcio > 2017 > maggio > 13

Playoff campionato 2016/17 Fogore 0-2 La Fiorita

Folgore- La Fiorita 0-2 (0-0)
Marcatori: 13′ pts Zafferani, 15′ pts Gasperoni

Folgore (4-3-3):
Bicchiarelli ; Berardi, Brolli, Genestreti, Ballarini; Nucci, Bezzi, Domeniconi (4’sts Rossi); Perrotta (48’st Righi), Angelini (29’st Della Valle), Hirsch.
A disp.: Taddei, T. Guidi, Pacini, Aluigi.
All.: Berardi

La Fiorita (3-5-2):
Vivan; Mazzola, Olivi, A. Martini; Gasperoni, Cangini, Cejas, Lunadei (14’pts A. Guidi), Zafferani (10’sts Cavalli); Rinaldi, M. Martini (9’st Mottola).
A disp.: Bollini, Parma, Bugli.
All.: Bizzotto

Arbitro: Avoni
Ammoniti: Berardi (F); Cangini, Olivi, Gasperoni (LF)
Espulso: Berardi (F) al 47’st per doppia ammonizione

MONTECCHIO- Serata amarissima per la Folgore, che gioca alla pari con la Fiorita fino al 92′ per poi perdere Berardi per doppia ammonizione (molto contestata) e inevitabilmente permettere agli avversari, in superiorità numerica, di chiudere definitivamente i conti con due gol ravvicinati nei tempi supplementari. E’ una serata che può complicare l’accesso alla finalissima del 20 maggio: i ragazzi di Berardi ora non possono più permettersi errori e devono assolutamente battere martedì sera la vincente del match di oggi Tre Penne- Libertas.

PERICOLO PIOGGIA Il confronto tra Fiorita e Folgore, che mette in palio un posto nella finalissima di campionato e uno in Europa, incomincia con una leggera pioggia che perdura soltanto fino alla metà della prima frazione di gioco. Il rischio di giocare un manto erboso viscido viene così sventato quasi subito agevolando il gioco delle due squadre.

PARTITA MOLTO EQUILIBRATA Come si poteva ben prevedere alla vigilia del match, la sfida risulta molto equilibrata e non regala grandi emozioni dal punto di vista delle azioni offensive risultando molto simile alla partita in cui la squadra di Berardi era stata impegnata contro la Juvenes/Dogana, risolta soltanto dagli undici metri.

PRIMO TEMPO- Bicchiarelli e Vivan nei primi 45 minuti risultano quasi inoperosi , eccezion fatta per un tiro insidioso effettuato da capitan Perrotta direttamente da calcio piazzato e respinto da Vivan. La Folgore impone agli avversari un pressing molto alto che impedisce di fatto ai gialloblù di presentarsi con pericolosità nell’area di rigore giallorossonera. Il 4-3-3 con cui si dispone in campo la formazione di Falciano si trasforma talvolta in un 4-5-1 che prevede Michael Angelini nel ruolo di unica punta, al quale peraltro arrivano pochissimi palloni giocabili nel corso della sfida.

INFORTUNIO MARCO MARTINI La Fiorita perde ad inizio ripresa Marco Martini per infortunio e deve rinunciare ad un grande terminale offensivo. La sfida a distanza tra i bomber finisce dunque anzitempo in una sfida tutt’altro che spettacolare dal punto di vista delle conclusioni in porta.

FINALE INFUOCATO Dopo la veemente richiesta della Fiorita per l’assegnazione di un penalty, in seguito ad un presunto fallo su Rinaldi in area di rigore, è la Folgore che protesta vivacemente con il direttore di gara Avoni. Minuto numero 92: nel corso di un’azione di rimessa gialloblù, Berardi trattiene un avversario per la magli,: l’iniziativa dei ragazzi di Bizzotto prosegue sulla sinistra e si spegne. Proprio in questo momento il direttore di gara si avvicina al difensore ed estrae il secondo giallo (il primo comminato soltanto dieci minuti prima).

SUPPLEMENTARI DECISIVI E così la Fiorita esce alla distanza: allo scadere del primo tempo supplementare risolvono il confronto Tommaso Zafferani e Marco Gasperoni, il primo su azione corale, il secondo con un bel tiro diretto nell’angolino basso alla destra di Bicchiarelli.

FIDUCIA IN MARTEDI’ SERA La Folgore, nella sfida di martedì sera, potrà contare su un giorno in più di riposo, dato non trascurabile vista la continuità degli impegni nella fase finale. Sarà assente Berardi per squalifica. Una serata – quella che attenderà i giallorossoneri – che illuminerà sul futuro della squadra: sarà nuovamente Fiorita- Folgore in finale? Ma soprattutto arriverà la qualificazione alle Coppe Europee?

Giacomo Santi