S.S. Folgore Calcio

1’ g campionato 2018/19, Murata 1 – 7 Folgore

S.S. Folgore Calcio > Risultati > 1’ g campionato 2018/19, Murata 1 – 7 Folgore

1’ g campionato 2018/19, Murata 1 – 7 Folgore

MURATA – FOLGORE 1-7 (0-5)
Marcatori: 20’ pt, 14’ st Badalassi, 34’ pt Basile, 37’ pt, 45’ pt Gravina, 43’ pt rig. Sartori, 32’ st rig. Pieri, 45’ st Innocenti

MURATA (4-4-2):
Renzetti; Ortibaldi (16’ st Gomez Lopez), Albani, Musta, Cavalli (1’ st Fall); Muggeo, Cecchetti (1’ st Nanni), Seccia, Sosa; Pieri, Di Filippo.
A disp.: Meroi Gennari, E. Venerucci, Vagnetti, Geri.
All.: Gori

FOLGORE (4-2-3-1):
Bicchiarelli; Sartori, Brolli, Bossa, Nucci; Bezzi, Domeniconi (37’ pt Sacco); Gravina (11’ st Aluigi), Basile, Bernardi; Badalassi (24’ st Innocenti).
A disp.: Raschi, Casadei, Sabbadini, N. Venerucci.
All.: Lasagni

Arbitro: Delvecchio
Assistenti: Mineo – Morisco
Ammoniti: Albani, Muggeo (M); Gravina, Bezzi (F).
Angoli: 4-6
Recupero: 2’ pt, 0’ st

MONTECCHIO – Ossimorica pioggia di gol a Montecchio, dove la Folgore batte il primo colpo e con un eloquente 7-1 regola il Murata. Sotto un sole rovente la squadra di Lasagni impiega venti minuti per aprire il forziere bianconero ma una volta trovato il gol l’incontro diventa a senso unico. Nei restanti venticinque minuti della prima frazione, infatti, Nucci e compagni vanno a segno per ben cinque volte, rendendo così il secondo tempo poco più di una formalità.

VACANZE FINITE Finalmente si riparte: tutti sono concentrati nel partire con il piede giusto, per battezzare al meglio la nuova stagione. L’imperativo è cancellare la clamorosa beffa subita in Europa League e cercare di creare le premesse per poterci riprovare la prossima estate. L’avversario, sulla carta, è di quelli abbordabili, non fosse altro per il periodo negativo da cui è reduce, tuttavia, non bisogna fare affidamento su queste false certezze. Il primo acuto è una ripartenza di Domeniconi, che lancia Bernardi sulla sinistra, il cui tiro viene deviato. La situazione si sblocca dopo venti minuti di sostanziale equilibrio con il suggerimento di Sartori per Badalassi, che ribadisce in rete dopo una corta respinta di Renzetti. La rete dà coraggio alla squadra di Falciano, che insiste e mette in grande difficoltà il Murata. Sponda di Bernardi per Basile, palla a lato di poco. Un minuto più tardi Gravina con un pallonetto supera il portiere ma senza inquadrare lo specchio, il tentativo di tap in però si trasforma in un assist per l’accorrente Basile e il raddoppio è servito.

FOLGORE INARRESTABILE L’inerzia è ormai tutta dalla parte della squadra in maglia rossonera, che tre minuti dopo trova anche il terzo gol con la bella parabola di Antonio Gravina giunta al termine di un’iniziativa personale dell’ex Faetano. Sartori entra nell’elenco dei marcatori andando a segno dagli undici metri per una deviazione con il braccio di Albani su tiro da fuori di Nucci, poi Gravina firma la doppietta personale con un’altra azione personale, dopo aver superato anche Renzetti palla al piede. Al rientro in campo dopo l’intervallo, si gioca a ritmi più bassi, visto il risultato ormai acquisito, ma questo non impedisce a Badalassi di trovare la doppietta: Basile mette in mezzo, il capocannoniere dello scorso campionato raccoglie la sponda di Bernardi e fa 6-0. I bianconeri impegnano Bicchiarelli nei minuti finali e trovano la rete della bandiera grazie ad un calcio di rigore per un intervento di Bezzi su Sosa, falloso secondo Delvecchio, il quale dà così la possibilità a Pieri di andare a segno con il secondo penalty di giornata. Anche Innocenti trova gloria proprio nei secondo finali, intercettando un pallone che coglie di sorpresa la difesa bianconera e che ristabilisce i sei gol di vantaggio: finisce 7-1.

OTTIMO ESORDIO Comincia dunque meglio di quanto ci si potesse attendere il campionato, con una vittoria larga che risponde all’8-0 con cui il Tre Penne ha strapazzato la Virtus ieri pomeriggio. Nel girone A da registrare anche le vittorie di Tre Fiori e Pennarossa, rispettivamente 3-1 sulla Juvenes/Dogana e 1-0 sul San Giovanni. Occorre però tornare subito con i piedi per terra, perché sabato a Domagnano si gioca il big match proprio contro la squadra di Città: i punti in palio sono già pesanti.